News

Brutto infortunio per McKennie, la Juve ha subito un terrore: frattura alla caviglia

Weston McKennie rischia un lungo stop per il brutto infortunio rimediato nel match di Champions League contro il Villarreal: per il centrocampista della Juventus portato immediatamente in ospedale in Spagna la radiografia ha evidenziato una frattura del metatarso.

Brutte notizie per la Juventus che, già in grande emergenza a causa dei tanti infortuni, rischia adesso di perdere per un lungo periodo anche il centrocampista Weston McKennie. Il centrocampista statunitense è infatti uscito zoppicando dal campo nell’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Villarreal in seguito ad un duro scontro con il difensore Pervis Estupinan nel quale si vede la caviglia dello juventino compiere un movimento innaturale effettuando una rotazione verso l’esterno.

Nella migliore delle ipotesi dunque si sarebbe trattata di una distorsione della caviglia alta (e almeno tre settimane di stop). Ma in casa Juventus si è subito temuto che l’infortunio di McKennie fosse molto più grave. Si temeva infatti si trattasse di una frattura del metatarso e per questo, non si è atteso il ritorno in Italia, ma l’americano già nel post-partita è stato portato in ospedale direttamente in Spagna per sottoporlo ad una radiografia e probabilmente anche ad una risonanza magnetica (di modo da escludere lesioni ai legamenti). Purtroppo le paure dello staff medico bianconero si sono tramutate in realtà nel momento in cui si sono avuti gli esiti degli esami diagnostici: frattura del metatarso e quindi i tempi per il recupero dell’ex Schalke si allungano a dismisura. Ora sarà difficile vederlo in campo prima di due mesi.

Si allunga dunque anche la lista dei calciatori indisponibili per Massimiliano Allegri in quello che è il momento cruciale della stagione. Dopo Chiesa, Rugani, Chiellini e Dybala, e Alex Sandro e Bonucci acciaccati adesso il tecnico juventino rischia di perdere anche il jolly di centrocampo statunitense che spesso riveste un ruolo chiave dal punto di vista tattico negli schemi della sua Juventus.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close