News

Putin ha dato l’ordine d’attacco, esplosioni a Kiev

In un discorso alle 4 del mattino ore italiane, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato un’operazione militare speciale per “demilitarizzare e denazificare” l’Ucraina. L’invasione è iniziata immediatamente dopo.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

L’esercito russo ha iniziato un’operazione su larga scala in territorio ucraino su ordine di Vladimir Putin, che in un discorso televisivo alle 4 del mattino ora italiana ha annunciato un’operazione militare speciale per difendere le province separatiste del Donbass. Poche decine di minuti dopo, sono state sentite le prime esplosioni a Kiev e in altre città del Paese, da Kharkiv, la seconda città del Paese, ai porti strategici di Mariupol e Odessa.

Cosa ha detto Putin

Nel suo discorso, Vladimir Putin ha detto che “le Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk hanno chiesto aiuto alla Russia” e che  per questo “ho deciso di condurre uno speciale operazione militare”, il cui scopo “è proteggere le persone che da otto anni sono vittime di intimidazioni e genocidi da parte del regime di Kiev”. Per questo – ha aggiunto Putin – ci adopereremo per smilitarizzare e denazificare l’Ucraina, nonché per assicurare alla giustizia coloro che hanno commesso numerosi crimini sanguinosi contro i civili, compresi i cittadini della Federazione Russa”.

Putin ha poi aggiunto che i suoi piani “non includono l’occupazione dei territori ucraini”. Rivolgendosi poi alla popolazione ucraina, Putin ha invitato a “ deporre le armi e tornare a casa” e che “tutta la responsabilità di un eventuale bagno di sangue ricadrà interamente sulla coscienza del regime che governa il territorio ucraino”. Da brividi la minaccia finale: “A coloro che vorrebbero lasciarsi tentare da questi eventi: chiunque intenda ostacolarci o minacciare il nostro Paese e il nostro popolo deve sapere che la risposta russa sarà immediata e avrà conseguenze mai viste nella sua storia”.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close