News

cifre folli più bonus fedeltà, via libera dal Qatar

Il Paris Saint-Germain vuole trattenere Kylian Mbappé a tutti i costi: pronto un bonus fedeltà da 100 milioni di euro, oltre alle cifre folli per l’ingaggio.

Il Paris Saint-Germain sta cercando in tutti i modi di convincere Kylian Mbappé ad accettare di rinnovare del contratto. A Parigi non vogliono sentire ragione e ci proveranno fino all’ultimo a non perdere il talentuoso attaccante francese, il cui contratto che scade il prossimo 30 giugno. Come appreso dal quotidiano francese Le Parisien, dal Qatar hanno dato il via libera ad una mega offerta che da una settimana è sul tavolo dei genitori del calciatore di Bondy: il PSG avrebbe offerto a Mbappé un bonus alla firma di 200 milioni di euro lordi, 100 netti, come ringraziamento per la sua fedeltà al club per aver rinnovato invece di andare al Real Madrid gratuitamente, oltre a un contratto che va tra due e tre stagioni con un ingaggio che potrebbe variare tra i 50 e i 53 milioni netti.

Inoltre, alla fine del secondo anno di contratto (2024) ci sarebbe stata una clausola che permetterebbe a Mbappé di negoziare la sua partenza se entrambe le parti fossero d’accordo per concludere la . Come se non bastasse, i parigini hanno garantito al giocatore che nell’estate del 2024 potrà disputare i Giochi Olimpici di Parigi con la Francia ad agosto, uno dei tanti desideri che Kylian ha già pubblicamente confessato, affermando che “l’esperienza olimpica deve essere unica e voglio godermela dopo aver già vinto un Mondiale con la Francia”.

Chi è molto attenta alle sirene che le giungono dal Qatar è la madre di Mbappé, Fayza Lamari: la signora ha avuto un incontro con Al-Khelaïfi a riguardo dopo la settima partita di andata del PSG contro il Madrid al Parco dei Principi e sta ascoltando attentamente tutte le offerte di rinnovo che vengono proposte al figlio. Fayza non disprezza un rinnovo a breve termine che lasci le porte aperte al trasferimento al Real tra un paio di stagioni, ma la volontà del giocatore sembra irremovibile. Inoltre, a Madrid è chiaro che per Mbappé è “ora o mai più”.

Mbappé qualche giorno fa è parso piuttosto ambiguo quando ha risposto sulla possibilità di diventare il capocannoniere di tutti i tempi del PSG dopo aver raggiunto Ibrahimovic (Cavani lo precede di 44 gol) e aveva dichiarato: “Il mio obiettivo è sempre stato quello di lasciare un segno nella memoria delle persone. Solo Cavani mi resta davanti, vediamo cosa succede…”. Secondo alcune fonti del Real consultate dal giornale spagnolo AS il ragazzo “non poteva dire che quel record fosse fuori dalla sua portata, perché sarebbe stato smascherata la sua volontà di andare via”.

Quella per Mbappé sta assumendo sempre più le sembianze di una “guerra di potere” tra il patron del PSG, leader dell’Eca e molto vicino alla Uefa, e il capo del Real Madrid, che rappresenta la formazione leader dei club che vogliono la Superlega”.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close