Lifestyle

Ecco come fare i cappelletti in casa



I cappelletti sono un piatto tipico della cucina romagnola, realizzati con una sottile pasta fresca all’uovo unita ad un gustoso ripieno di carne. Molto simili ai tortellini, tanto da essere confusi tra di loro, i cappelletti si ottengono attraverso una farcitura di carne e formaggio all’interno di un quadratino di pasta, chiuso a mano.

Gli amanti dei cappelletti romagnoli conoscono molto bene la differenza tra cappelletti e tortellini, che si distinguono non solo nel ripieno e nella forma ma, soprattutto nel luogo di origine. Qui di seguito vedremo nel dettaglio la differenza tra la ricetta dei tortellini e quella dei cappelletti.

Qual è la differenza fra cappelletti e tortellini?

Sono in tanti a confondere cappelletti e tortellini, nonostante siano due tipologie di pasta fresca molto diverse tra di loro: i cappelletti provengono dalla Romagna e sono caratterizzati da un ripieno realizzato con carne, uova e formaggio parmigiano. In genere, sono molto conosciuti per essere cotti al sugo o in brodo.

I tortellini provengono da Bologna e si distinguono dai cappelletti perché sono realizzati in una forma leggermente più grande, presentano il famoso baffetto che proviene dalla piegatura dell’angolo esterno del triangolo. La farcitura è a base di carne, prosciutto crudo, mortadella, parmigiano e uova, un ripieno molto più complesso rispetto a quello dei cappelletti.

Cappelletti fatti in casa: la ricetta

I cappelletti rientrano tra le tipologie di pasta fresca ripiena più conosciute e diffuse su tutto il territorio italiano, si ripropongono all’interno delle case attraverso la ricetta tradizionale romagnola e possono essere realizzate in poco tempo.

La preparazione dei cappelletti in casa richiede precisione e pazienza, tuttavia, è molto semplice. Ecco una ricetta per fare i cappelletti in casa e gustarli assieme alla propria famiglia.

Ricetta cappelletti max 6 persone

Questa ricetta richiede un tempo di preparazione di 60 minuti, è necessario poi far riposare la pasta per 30 minuti e il tempo di cottura è di circa 20 minuti.

Gli ingredienti per la pasta sono:

  • 400 gr di farina 00;
  • 4 uova.

Per il ripieno dei cappelletti:

  • 200gr di carne di bovino macinata;
  • 200gr di carne di manzo macinata;
  • 80gr di parmigiano grattugiato;
  • 1 uovo;
  • ½ di sedano, carota e cipolla;
  • ½ bicchiere di vino bianco;
  • olio d’oliva;
  • nove moscata;
  • sale.

Preparazione dei cappelletti

Prima di tutto è necessario preparare la base di pasta fresca all’uovo, unendo in una ciotola la farina e le uova. Si inizia a lavorare l’impasto con una forchetta, così da far assorbire la parte liquida. Successivamente, bisogna trasferire l’impasto su una spianatoia e lavorarlo con le mani, fino all’ottenimento di un panetto compatto e abbastanza morbido. Infine, è necessario avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciarlo riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.

Durante l’attesa, è possibile preparare il ripieno dei cappelletti e aggiungere in una padella il trito di cipolla, carota e sedano con un po’ di olio. Una volta preparato il soffritto, è possibile aggiungere la carne macinata di bovino e quella di manzo per rosolarle bene. Quando la carne ha preso un po’ di colore, è possibile sfumare il ripieno con mezzo bicchiere di vino bianco e proseguire con la cottura del ripieno. A fine cottura, è consigliato lasciar intiepidire il composto.

Successivamente, si unisce il composto di carne macinata al parmigiano grattugiato, si aggiunge l’uovo, un pizzico di sale e la noce moscata grattugiata. È possibile unire il tutto in un mixer e frullare oppure procedere manualmente. Il composto finale deve risultare come una crema morbida, modellabile.

La creazione dei cappelletti

Dopo aver fatto riposare la pasta fresca all’uovo, è possibile riprendere il composto che risulta morbido ed elastico, staccare un pezzo alla volta e creare delle sfoglie molto sottili. Per ogni sfoglia bisogna ricavare dei quadratini tutti uguali, di circa 6mm per lato.

Con il ripieno di carne e trito si crea una piccola polpettina e la si sistema al centro di ogni quadratino. Il consiglio delle nonne, per ottenere un cappelletto perfetto, è quello d’inumidire i bordi del quadrato e richiudere il tutto come un triangolo, sigillando la pasta. A questo punto, con un po’ di attenzione, si solleva il triangolo poggiandolo sulla sua base e si uniscono le punte con una leggera pressione delle dita. Il procedimento è lo stesso per tutti i quadratini.

Una volta completata la formazione dei cappelletti, è consigliato lasciarli riposare un paio d’ore prima di procedere con la cottura in brodo o al sugo.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close