Entertainment

Guerra Ucraina-Russia: 10 Film per capirne i motivi

La guerra tra Ucraina e Russia ha colpito il mondo: in molti credevano che non si sarebbe davvero arrivati alle armi. Invece, il 24 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato di entrare in territorio ucraino con la forza. C’è chi parla di Terza guerra mondiale, i vertici dei paesi NATO e le istituzioni reagiscono con sanzioni nei confronti della Russia, lo spettro della minaccia nucleare torna a manifestarsi.

I motivi della guerra Ucraina – Russia non sono recenti, risalgono almeno al 2014, e sono di natura diplomatica e militare: la possibile adesione dell’Ucraina alla NATO (di cui si è tornati a discutere in questi giorni) e lo status della regione del Donbass e della Crimea.

In questa sede non faremo cronaca (per quello ci sono i professionisti come Cecilia Sala, che è sul campo in Ucraina) né analizzeremo la questione dal punto di vista politico. Qui vi vogliamo suggerire dieci film che ci possono aiutare a capire perché si è arrivati alla guerra tra Ucraina e Russia.

Dal 2014 a oggi moltissimi registi ucraini e russi hanno raccontato le tensioni tra i due paesi e ci hanno mostrato cosa stesse succedendo nel Donbass. Ovvio che guardando i loro film non si diventi esperti di geopolitica, ma la voce degli artisti è sempre uno specchio del sentimento diffuso tra le persone, le stesse che oggi vivono in prima persona i combattimenti. Ecco allora dieci film da guardare per capire meglio la guerra Russia – Ucraina.

1. Winter on fire: Ukraine’s fight for freedom (2015)

Winter on fire: Ukraine’s fight for freedom (2015) di Evgeny Afineevsky: il titolo del documentario del regista israeliano naturalizzato statunitense è abbastanza eloquente (in italiano è Inverno di fuoco: la lotta dell’Ucraina per la libertà).

Candidato al premio Oscar come miglior documentario, racconta le proteste degli Ucraini nel 2014, quando il governo decise di sospendere la firma di accordi commerciali con l’Unione Europea per stringere rapporti più stretti con la Russia.

Lo trovate in streaming su Netflix.

2. Frost (2017)

Presentato al Festival di Cannes 2017 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs, Frost (2017) di Šarūnas Bartas, regista lituano, è stato selezionato come rappresentante della Lituania per concorrere al premio miglior film straniero agli Oscar.

È la storia di Rokas (Mantas Jančiauskas), ragazzo lituano che viaggia su un convoglio che trasporta aiuti umanitari per l’Ucraina. Nel percorso incontra due giornalisti a cui si unisce per continuare il cammino. I tre non sono d’accordo su nulla, tranne che sull’importanza di aiutare le vittime del conflitto. Insieme cercano di capire se stessi, il loro paese e la guerra.

Lo trovate in streaming su Amazon Prime Video.

3. Cyborgs: Heroes Never Die (2017)

Parte del budget del film Cyborgs: Heroes Never Die (2017) di Akhtem Seitablayev è stato sovvenzionato dal governo ucraino. È ispirato a una storia vera: nel settembre 2014 soldati e volontari dell’esercito ucraino hanno difeso l’aeroporto di Donetsk per 242 giorni. Rischiare volontariamente la vita per il proprio paese ha fatto guadagnare loro il soprannome di “cyborg”.

Il film sceglie di raccontare in particolare cinque volontari e si sofferma sulla loro vita cambiata improvvisamente: tutti hanno professioni ed estrazione sociale diversa, ma sono accomunati dal voler difendere il paese in cui sono nati.

Si può comprare in DVD su Amazon.

4. Donbass (2018)

Donbass (2018) di Sergei Loznitsa è stato presentato al Festival di Cannes 2018 nella sezione Certain Regard, dove ha vinto il premio per la migliore regia. Il titolo è proprio il nome della regione che abbiamo sentito nominare tutti in questi giorni in cui la guerra Ucraina – Russia ha monopolizzato i telegiornali.

Il regista ha scelto di raccontare il conflitto tra la Russia di Vladimir Putin e il governo di Kiev attraverso la lente dell’umorismo nero: il film racconta la tensione quotidiana tra i sostenitori della Repubblica popolare di Donetsk e i nazionalisti ucraini.

Si può comprare in DVD su Amazon.

5. Atlantis (2018) di Valentyn Vasyanovych

Atlantis (2018, noto anche come Atlantyda) è stato scritto, diretto, fotografato e montato da Valentyn Vasjanovych. Ha vinto il premio come miglior film nella sezione Orizzonti della 76esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e scelto per rappresentare l’Ucraina come miglior film straniero agli Oscar.

Possiamo quasi dire che il regista ha visto il futuro: il film è infatti ambientato nel 2025, un anno dopo la fine della guerra scoppiata tra Ucraina e Russia nata a partire dagli scontri nel Donbass.  Racconta la storia di Serhiy (Andriy Rymaruk), ex soldato ucraino con disturbo post traumatico da stress che lavora in una fonderia.

In arrivo in streaming su MUBI.

6. Homeward (2019)

Homeward (2019) è l’esordio alla regia di Nariman Aliev, che ha scelto un tema non facile: partendo dalla sua esperienza personale, racconta il suo popolo, i Qırımtatarlar (Tatari di Crimea), penisola del Mar Nero in cui si parla una lingua che deriva dal turco.

È la storia di un padre, Mustafa, che ha perso il figlio maggiore nella guerra tra Ucraina e Russia e decide di portare il suo corpo in Crimea, sua terra natale, accompagnato dal figlio minore.

7. The earth is blue as an orange (2020) di Iryna Tsilyk

The earth is blue as an orange (2020) di Iryna Tsilyk ha vinto il Gran premio della giuria: World Cinema Documentary per la regia, assegnato dalla giuria del Sundance Film Festival al miglior documentario straniero.

È la storia di una donna che vive nella “zona rossa” del Donbass, una delle più pericolose in Ucraina, insieme ai figli. Il padre non c’è, ma c’è a nonna. La famiglia lavora a un film, che prepara in cantina, dove si è rifugiata. Ognuno ha un compito: una delle figlie dirige, la madre si occupa del montaggio, gli altri recitano. Tutta la famiglia è unita dall’amore per il cinema e dal desiderio di sopravvivere al conflitto.

In arrivo in streaming su MUBI.

8. Bad Roads (2021)

Bad Roads (2021) è diretto da Natalya Vorozhbit, già sceneggiatrice di Cyborgs: Heroes Never Die, qui al suo esordio come regista. Presentato nella sezione Settimana Internazionale della Critica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2020, ha vinto il Premio Verona Film Club.

Si tratta di un documentario in cui si intrecciano cinque storie molto diverse raccontate dalla voce diretta di soldati e civili intervistati dalla regista e sceneggiatrice. Tutto si svolge nella zona di guerra e l’unico elemento in comune tra i protagonisti è il territorio.

In arrivo in streaming su MUBI.

9. War Note (2021)

War Note (2021) di Roman Lyubiy è un documentario in cui il regista porta gli spettatori sul campo di battaglia insieme ai soldati e ai civili volontari ucraini.

Il film è realizzato montando insieme video personali realizzati con cellulari GoPros dai protagonisti. È una testimonianza molto interessante, che mostra cosa succede in queste situazioni, come cambiano il modo di approcciarsi agli altri e la mentalità in tempo di guerra. Tutte cose che difficilmente si trovano sui libri di storia.

In arrivo in streaming su MUBI.

10. Klondike (2022)

Klondike (2022) di Maryna Er Grobach è un film recentissimo: presentato proprio quest’anno al Sundance Film Festival 2022 e alla Berlinale 2022.

È la storia di una famiglia come tante, che vive in un piccolo villaggio nel distretto di Donetsk, al confine con la Russia. La protagonista, Irka (Oksana Cherkashyna), è incinta e non vuole abbandonare la sua casa, anche se il villaggio è stato preso dai Russi.




Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close