Lifestyle

Sanremo 2022, vola anche la serata delle cover con 11.378.000 spettatori e il 60,5% di share


Vola la serata delle cover di Sanremo 2022: (dalle 21.29 all’1.41) è stata seguita da 11 milioni 378 mila spettatori pari al 60.5% di share. Amadeus porta a casa oltre 15 punti di share in più sullo scorso anno. La media della quarta serata l’anno scorso era stata di 7.880.000 spettatori, con il 44,7% di share. La media della quarta serata del festival 2020 era stata invece di 9.504.000 spettatori, con il 53,3% di share.

Il picco di ascolti in valori assoluti è stato raggiunto alle 22.15, con 16 milioni 388 mila spettatori incollati a Rai1 nel momento Achille Lauro ha regalato le rose rosse a Loredana Bertè e Amadeus ha letto il biglietto con la dedica. Alle 23.25 il picco in share, pari al 67.3%, durante lo scambio tra Jovanotti e Amadeus.

I contatti complessivi durante la quarta serata sono stati 26 milioni 171 mila; i minuti visti in media 106 (rispetto ai 92 dell’anno scorso) con una permanenza del 43.5% (34.3% nel 2021).

Amadeus centra un altro record nella serata cover: share più alto da 27 anni

Amadeus centra un altro record nella serata cover. Lo share medio registrato ieri, pari al 60,5%, è il più alto per una quarta serata del festival da 27 anni. Per trovare una media di share più alta, in una quarta serata, bisogna infatti risalire al festival del 1995, condotto da Pippo Baudo con Anna Falchi e Claudia Koll, che ottenne il 65,80%. Ma allora lo scenario televisivo era completamente diverso.

Stasera il vincitore di Sanremo 2022

Questa sera sarà decretato il vincitore di questa edizione del Festival della canzone italiana. Nell’ultima serata ad affiancare Amadeus arriva Sabrina Ferilli. L’attrice è stata già due volte sul palco dell’Ariston. La prima nel 1996 al fianco di Pippo Baudo come co-conduttrice, e la seconda ospite nel 2002. Interverranno sul palco anche Fabio Rovazzi e Orietta Berti, protagonisti durante la settimana di tanti eventi sulla nave da crociera ormeggiata davanti a Sanremo. Superospite sarà Marco Mengoni. Ci sarà anche un omaggio a Raffaella Carrà e il lancio di un musical dedicato alla signora della Tv.

Nel corso della finale, i 25 artisti torneranno a esibirsi nei loro brani inediti. Ma questa volta sarà il Televoto a decidere la classifica, che andrà a sommarsi a quella delle serate precedenti. da questa graduatoria usciranno i tre finalisti: i voti saranno azzerati e un’ultima votazione (equamente divisa tra Televoto, sala stampa e Demoscopica) deciderà il vincitore del Festival di Sanremo 2022.

La serata delle cover, una vera e propria festa della musica

La serata dedicata alle cover al Festival di Sanremo si trasforma in una vera e propria festa della musica, come promesso da Amadeus. E i cantanti riescono, chi più chi meno, a mantenere le promesse. Su tutti Elisa con ‘What a feeling’ da Flashdance, con una splendida coreografia della ballerina Elena D’Amario, Emma con Francesca Michielin con una bellissima versione di ‘Baby one more time’ di Britney Spears, Gianni Morandi affiancato da Jovanotti per un medley di alcuni dei loro successi: proprio l’arrivo di Jovanotti dà una spinta ulteriore al Festival di Morandi, che vince con lui la serata cover.

Ma in generale l’intera quarta serata emoziona e diverte, e alla fine la classifica provvisoria, dopo quattro serate, vede in testa ancora Mahmood e Blanco, seguiti da Gianni Morandi che ha superato Elisa, che resta sul podio ma è terza. Ormai, a meno di colpi di scena dell’ultima ora, saranno loro tre a giocarsi la vittoria.

A rompere il ghiaccio Noemi con ‘You make me feel like a natural woman’, poi Truppi accompagnato da Vinicio Capossela, con ‘Nella mia ora di libertà’, il giovanissimo Yuman che si cimenta con ‘My way’, la serata parte subito forte.

Illuminata dalla presenza della co-conduttrice di turno, Maria Chiara Giannetta, brava e subito a suo agio con Amadeus. Toccante il momento dedicato a raccontare come si sia preparata per ‘Blanca’, e le storie di tanti non vedenti e delle loro quotidiane difficoltà.

Tributo del pubblico al maestro Peppe Vessicchio, che riesce finalmente ad affiancare Le Vibrazioni dopo l’assenza causa Covid, per ‘Live and let die’. Stupisce Jovanotti, arrivato a sorpresa nel pomeriggio a Sanremo e sul palco accanto all’amico Gianni Morandi per un medley travolgente delle loro canzoni.

Più tardi torna per uno sketch con Amadeus, racconta i loro inizi con Claudio Cecchetto e recita una poesia di Mariangela Gualtieri, ‘Bello mondo’. Rimarrà anche l’immagine di Achille Lauro che canta in ginocchio “sei bellissima” a Loredana Bertè, e alla fine le consegna un mazzo di fiori e una lettera, una richiesta di perdono rivolta in realtà a tutte le donne, che si conclude: “Che strano Uomo sono io, Capace solo di dire ‘sei bellissima’.

Perché ancora ha paura di riconoscere il tuo valore. Stasera, ‘per i tuoi occhi ancora’, chiedo scusa e vado via”. La gara prosegue con Irama che canta un successo di Gianluca Grignani insieme a lui, ‘La mia storia tra le dita’, tanta energia con Ditonellapiaga e Rettore che scelgono ‘Nessuno mi può giudicare’. Iva Zanicchi rende omaggio a Milva con ‘Canzone’, Ana Mena e Rocco Hunt propongono un medley di tanti successi.

La Rappresentante di Lista porta sul palco Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra per cantare ‘Be my baby’, emozionando il pubblico. Massimo Ranieri rende omaggio a Pino Daniele con una struggente ‘Anna verrà’, cantata insieme con Nek. Michele Bravi azzarda con il capolavoro ‘Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi’, e subito arriva ‘Il cielo in una stanza’ nella versione di Mahmood e Blanco.

È una serata di musica davvero speciale e uno spettacolo unico. Aka 7even con Arisa rende omaggio ad Alex Baroni, Highsnob e Hu con Mr.Rain a Luigi Tenco, Giusy Ferreri a Battisti, Fabrizio Moro ai Pooh e a chiudere Tananai ricorda Raffaella Carrà con ‘A far l’amore comincia tu’. La serata finisce molto tardi, ma per chi è riuscito a resistere fino alla fine, ci sono state tantissime belle sorprese.

La classifica in attesa della finale di questa sera

La serata delle cover di Sanremo 2022 modifica ma non stravolge la classifica del Festival. In testa rimane il duo formato da Mahmood e Blanco; ma al secondo posto sale Gianni Morandi, che anche con il sostegno di Jovanotti ha vinto la gara dedicata alla riproposizione di successi dei decenni passati, scalando la classifica; mentre il terzo gradino del podio è occupato da Elisa.

Queste in ordine le altre posizioni, dalla quarta all’ultima: Irama, Sangiovanni, Emma, La Rappresentante di Lista, Massimo Ranieri, Fabrizio Moro, Michele Bravi, Achille Lauro, Matteo Romano, Danger D’Amico, Aka7even, Noemi, Ditonellapiaga e Rettore, Iva Zanicchi, Giovanni Truppi, Rkomi, Le Vibrazioni, Yuman, Highsnob e Hu, Giusy Ferreri, Ana Mena, Tananai.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close