Politics

Fiorentina-Juventus 0-1: Venuti regala il successo in extremis alla Signora – Sport – Calcio

Firenze, 2 marzo 2022 – Incredibile al Franchi. Quando la semifinale d’andata di Coppa Italia fra Fiorentina e Juventus sembrava destinata a terminare a reti inviolate, ecco il goffo autogol di Venuti nel secondo dei due minuti di recupero a regalare il successo ai bianconeri e a decidere un match che ai punti avrebbe meritato di vincere la squadra viola, che può recriminare per il palo in avvio di secondo tempo di Ikoné. Solo una chance per il fischiatissimo Vlahovic. A Milenkovic servirà una mezza impresa nella gara di ritorno in programma a Torino il 21 aprile per centrare l’accesso alla finalissima. 

Meglio la Viola

Una novità per parte rispetto ai pronostici della vigilia: nella Fiorentina c’è Ikoné e non Nico Gonzalez, così come nella Juventus parte titolare Kean al posto di Morata. Il copione della sfida è chiaro fin dalle prime battute: sono i toscani a fare la partita, mentre i piemontesi attendono, messi in difficoltà dalla pressione della formazione di Vincenzo Italiano. Pressione che al 14′ genere una ghiotta occasione per Bonaventura: Perin sbaglia il rinvio, l’ex Milan ha lo specchio della porta scoperto, ma non inquadra il bersaglio grosso. Così come non lo centra di un soffio Ikoné al 25′: la sua ripartenza mette in difficoltà la retroguardia bianconera, con la sua conclusione che sfila sul fondo. Ci prova anche Torreira al 36′, ma il risultato è il solito. La Vecchia Signora invece non si fa mai vedere dalle parti di Terracciano, tanto che all’intervallo c’è uno zero alla voce tiri effettuati dagli ospiti. Troppo isolato là davanti Vlahovic. 

Erroraccio Venuti

La musica non cambia in apertura di ripresa. Clamorosa la chance che capita al 48′ sui piedi di Ikoné che, lanciato perfettamente da Torreira, resiste al rientro di Pellegrini, ma colpisce il palo a Perin praticamente battuto. La risposta dei piemontesi stavolta non si fa attendere e nasce dall’iniziativa di Vlahovic che supera Igor ma non Terracciano, bravo a dire di no al pallonetto del serbo. Due minuti più tardi è Biraghi a provarci sul calcio di punizione, con Perin che non ha problemi a respingere. Il tempo scorre, le emozioni scarseggiano, almeno fino al desto da ghiotta posizione di Cuadrado, che termina sull’esterno della rete. Sottil cerca di mettersi in evidenza, ma la mira non è precisa. Lo 0-0 pare ormai realtà, ma all’ultimo respiro ecco l’autogol di Venuti su cross di Cuadrado che gela il Franchi. 

Leggi anche: Napoli-Milan, la probabile formazione degli azzurri

 

 

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close