Entertainment

La cromoterapia e il significato dei colori degli alimenti

I colori si comportano come una terapia dolce in grado di riequilibrare le emozioni e i comportamenti: è la cromoterapia, una branca della medicina alternativa che studia il colore per comprendere quale effetto ha sull’organismo. Basti pensare al rosso, non a caso spesso associato alla passione, in grado di rivitalizzare e riscaldare l’animo; oppure al giallo, colore che induce serenità, allegria e ottimismo. 

Questo potere sull’equilibrio emotivo è giocato anche dai preziosi pigmenti di cui sono dotati gli alimenti. Una caratteristica da sfruttare nella dieta quotidiana per allontanare stanchezza emotiva, paure e disagi, ansia e stress… e ritrovare il buonumore.

Parola della dott.ssa Gaia Vicenzi, psicologa e psicoterapeuta che, insieme al Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina, ci guida alla conoscenza della cromoterapia a tavola per nutrire le emozioni e caricarsi di energia positiva.

Il significato dei colori

Ogni alimento possiede una sua specifica “valenza cromatica”: i colori dei cibi ci forniscono informazioni sulla loro qualità e freschezza, influenzando le nostre scelte alimentari, facendoci preferire il colore più affine al nostro stato d’animo, agendo direttamente sui livelli di energia e sul nostro stato emotivo. La temperatura del corpo cambia, cambia la luminosità, avvengono reazioni chimiche e elettriche, l’energia trasmessa viene in parte riflessa, in parte assorbita. E una spiegazione scientifica c’è: i colori sono costituiti da onde elettromagnetiche con una loro frequenza specifica all’interno dello spettro della luce bianca. Queste frequenze ci inviano messaggi che sollecitano risposte, sottoforma di energia, attraverso la vista, la pelle e la calotta cranica. Secondo alcune teorie, poi, i colori dilatano o restringono i vasi sanguigni, aumentano la produzione di globuli rossi, bianchi ed enzimi, rinforzano il sistema immunitario e i tessuti e favoriscono l’ossigenazione del sangue.

Tra mille e più sfumature, è possibile classificare tutti i colori in 5 classi: arancione, rosso, verde, blu, e bianco. Ad ogni classe, appartengono innumerevoli alimenti e altrettante emozioni. “L’ideale, per un buon equilibrio psicofisico – continua Gaia Vicenzi – è coprire tutte le classi, con le relative emozioni, nell’arco della giornata, così come avviene in ambito nutrizionale con la Dieta Mediterranea. Inoltre, assumere due alimenti di due colori diversi, equivale a creare il giusto equilibrio elettromagnetico. Cerchiamo, quindi, di comporre un carrello della spesa suddiviso per colore. Al supermercato, può essere anche un gioco piacevole da fare in compagnia dei propri figli”.

Alimenti arancioni/gialli

Albicocche, meloni, agrumi, zucca, pesche, carote, ananas e, in generale, gli alimenti che rientrano in questa categoria, hanno la capacità di migliorare la percezione e la speranza. L’arancione è il colore dell’apertura. Induce serenità, allegria e ottimismo, stimola l’appetito e la sinergia fisica e mentale. Il giallo, colore caldo che sprigiona un’intensa forza vitale, aumenta la capacità di concentrazione, aiuta a liberare la mente dai pensieri negativi e induce a assaporare la libertà. Il consiglio? Una nota di giallo o arancione ogni giorno, non guasta mai. Gli alimenti che rientrano in questa categoria, inoltre, aiuteranno a migliorare la capacità di ascolto interiore e a saper dare retta al proprio corpo e alle emozioni. 

Alimenti rossi

Pomodori, fragole, ravanelli, barbabietole rosse, uva rossa, crescione, melograno, ciliegie, peperoncino e chi più ne ha più ne metta. Il rosso è un colore caldo, rivitalizzante, spesso associato alla passione. Comunica forza e sicurezza, con effetti positivi contro malinconia, depressione e insicurezza. Esprime una condizione di stimolo, aumentando il battito cardiaco e la frequenza respiratoria, migliorando la circolazione sanguigna e stimolando l’attività nervosa. Rossa è anche la Bresaola della Valtellina IGP, salume mild da portare in tavola per riconquistare il buonumore poiché contiene triptofano, un aminoacido essenziale precursore della serotonina, ormone che agisce come neurotrasmettitore, controlla l’umore a livello cerebrale e provoca il restringimento dei vasi sanguigni. 

Alimenti verdi

Il verde è il colore della natura, del chill out, della calma e della serenità: proprio per questo è conosciuto per crea armonia e calma, evoca autonomia e tenacia. Se si è stanchi e stressati, è quello che ci vuole per ritrovare il proprio baricentro. Promuove il benessere dell’organismo, aumenta la vitalità e ripristina l’equilibrio di tutte le sue funzioni. A livello fisico disintossica e decongestiona l’organismo, è molto utile in caso di mal di testa, nevralgie e febbre. Mangiando verde, ti sentirai più tranquilla e in tempo con il mondo. Via libera a frutta, verdura e ortaggi: avocado, cetrioli, lattuga, rucola, olive, spinaci, asparagi, fagiolini, lime, piselli, kiwi, broccoli, prezzemolo, basilico e mele verdi saranno grandi alleati.

Alimenti blu/viola

Melanzane, fichi, frutti di bosco, prugne, radicchio, uva nera e bacche di açai sono tutti alimenti di colore blu/viola, il colore dell’intelletto, capace di stimolare la distensione, la tranquillità e la fiducia. Le parole chiave sono sensibilità, calma e serenità. Aiuta nell’introspezione, ed è un valido alleato in caso di stress, insonnia, nervosismo. Nelle sfumature indaco, acquisisce potere di equilibrio tra emisfero destro e sinistro del cervello. Ha un forte potere purificante, meditativo e della riflessione profonda. Mentre il viola è simbolo di intelligenza, conoscenza, santità e devozione religiosa. 

Alimenti bianchi

Il bianco, infine, colore freddo, è simbolo di purezza, verità, innocenza, freschezza e rinascita. Contiene tutti i sette colori dell’iride e nella sua chiarezza, simboleggia la tempo, l’onestà, l’intelligenza e la lucidità. Mangiare bianco aiuta advert affrontare le sfide quotidiane con maggior equilibrio e consapevolezza. È il colore da scegliere quando abbiamo buoni propositi e ci sentiamo carichi dell’energia giusta per metterli in pratica. Latte, yogurt, banane, mele e pere bianche, aglio, ceci, cipolle bionde, cavolfiore, finocchi, funghi, indivia e porri hanno potere rivitalizzante, rigenerano l’organismo e schiariscono la mente. 




Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close