News

Fiato sospeso per un possibile default russo. Oggi il pagamento di cedole in dollari. Fitch taglia il giudizio di 31 banche

Fitch declassa i score a lungo termine di 31 banche russe a “CC” da “B”, un livello molto più vicino all’insolvenza. Lo rende noto l’agenzia russa Tass. Le 31 banche russe sono anche state rimosse dalla Rating Watch listing con outlook (previsione, ndr) negativo. Anche i score di default a breve termine sono stati declassati a “C” da “B” e rimossi da Rating Watch con outlook negativo. Tra gli istituti coinvolti Raiffeisenbank (di proprietà dell’omonima banca austriaca), MKB, Gazprombank, Alfa-Bank, Sberbank, Tinkoff Bank. Ieri la stessa agenzia Fitch aveva declassato i score di sette società russe da “B ” a “C” , livello che segnala “default imminente” . Si tratta Avtodor, JSC Russian Post, Russia Housing and Urban Development Corporation JSC (DOM.RF), JSC Rusnano, JSC Russian Railways (RZD), JSC Federal Passenger Company (FPC) e OJSC Svyazinvestneftekhim (SINEK). La mossa fa seguito al declassamento del score sovrano della Russia a “C” annunciato lo scorso 8 marzo.

Domani è un giorno importante per verificare la volontà e la capacità di Mosca di rispettare i suoi impegni creditori. Sono infatti in pagamento cedole per 117 milioni di dollari (103 milioni di euro) su bond russi denominati nella valuta statunitense. Fitch ha affermato che se il pagamento dovesse avvenire in rubli scatterebbe l’iter che porta al default che prevede un “periodo di grazia” di 30 giorni. Mosca continua advert incassare circa 800 milioni di euro al giorno grazie ai pagamenti dall’Europa di fuel, petrolio e carbone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai are available in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie,
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it


Sostieni adesso


Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

“Chiamate di margine” da miliardi di dollari per il colosso delle materie prime Trafigura, ora in cerca di denaro

next


Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close