Entertainment

Iginio Massari e il maritozzo con la figlia Debora: l’intervista

“I dolci dei sentimenti sono imbattibili”. – Iginio Massari

È un maestro pasticcere pluripremiato in Italia e all’estero, eppure Iginio Massari cube di non riuscire a fare una crema più buona di quella della madre. 

Sarà la dolcezza dei ricordi. Oppure la forza dell’umiltà, il suo piatto forte. Definito “il maestro dei maestri” (con 3 torte d’oro) da Gambero Rosso, a superb turno nella sua Pasticceria Veneto capita anche che pulisca di persona la lavastoviglie.

“Tutti i lavori sono utili: se manca personale non disdegno di fare tutto. Chi non sa pulire dove lavora, vuol dire che non è bravo a cucinare”. – Iginio Massari 

Iginio Massari a Deejay Chiama Italia

Ottant’anni il prossimo 29 agosto, Iginio Massari è stato ospite nel salotto di Deejay Chiama Italia per presentare il suo nuovo libro, La mia scuola di pasticceria.

Nel testo i suoi segreti in laboratorio, le tecniche e ricette di dolci elaborati come il pan di spagna alla creme, per non parlare di frolle, confetture, lievitati. Preparazione e scienza, con qualche sfida per i lettori per mettersi alla prova da casa.

Un po’ come fanno ogni giorno i figli Debora – con lui da Linus e Nicola Savino – e Nicola insieme a tutto il staff della Pasticceria Veneto, là dove il mito del miglior pasticcere d’Italia è nato, sotto un piccolo portico nella zona nord di Brescia. 

La famiglia Massari è stata capace di trasformato una piccola pasticceria di provincia in un laboratorio artistico di fama internazionale.

“Siamo i primi parafulmini, io e mio fratello. Papà pretende molto da sé stesso, ma anche dagli altri: dice che vuole i dolci non solo belli e buoni, ma perfetti” – Debora Massari

Chi è Iginio Massari

Una cultura del lavoro certosina, consolidata nel corso di decadi di esperienza. Dai primi anni da giovanissimo in Svizzera col maestro Claude Gerber al lavoro per Bauli e Star, fino all’apertura nel ’71 della sua pasticceria, per la quale si sveglia ogni mattina alle 2.30 e dove oggi la gente si accalca dalle 6 del mattino per acquistare il panettone più buono d’Italia, il maestro Massari si è sempre dato un gran da fare.

“Per me una cosa normale. Il mio lavoro mi ha dato tanto: prima di usare le mani uso l’intelletto e non sono mai contento di me stesso”. – Iginio Massari

Ha lavorato per l’Expo 2015 e sarà all’Expo Dubai 2022 come ambasciatore del made in Italy, dove destagionalizzerà ancora il panettone, dolce di cui è considerato il padre putativo e che ora produce tutto l’anno. Famoso da circa 10 anni dalla prima partecipazione a MasterChef Italia (period il 2012), da molti è considerato il creatore stesso della pasticceria.

In pochi sanno che il maestro dei pasticceri in realtà è partito lavorando dalla cucina. La cucina e la pasticceria sono due mondi che si incontrano sulle nostre tavole, ma completamente differenti dal punto di vista del percorso professionale. 

“Io sono partito dalla cucina perché mia madre aveva una trattoria a Brescia, da piccolo giocavo e mi innamoravo di questi profumi. Mia madre aveva anche una gelateria. Un giorno sono caduto nella crema, così scherzando mi sono sempre paragonato a Obelix: lui è diventato l’uomo più forte del mondo, io il più dolce”. – Iginio Massari

Sono nati così i superpoteri ai fornelli di Iginio Massari, che non è sinonimo soltanto di panettone. Il suo piatto forte? A detta sua, “tutti”.

“Prima che esca un prodotto, facciamo un’analisi profonda e ogni sei mesi rivediamo tutti i prodotti per fare delle modifiche. Anche perché cambiano le esigenze della gente: prima si mangiavano porzioni da 200 grammi, oggi da 60. Ma se inizi la giornata con una buona colazione, sei felice tutta la giornata”. – Iginio Massari

Iginio Massari anche a Firenze con la sua Galleria

Appassionato di Star Wars, seguendo la sua passione e le sue idee, da Brescia Iginio Massari ha conquistato tutta l’Italia. Dopo quella bresciana, ha aperto altre quattro pasticcerie: a Milano, Torino, Verona e recentemente anche a Firenze, in by way of de’ Vecchietti.

Ma è possibile trovare le delizie del Leone d’oro alla carriera anche a Roma, Napoli e lungo tutta la penisola, ma in degli store speciali chiamati pop up (aperti cioè solo nelle festività):

“Proponiamo i nostri prodotti preconfezionati, ma non vogliamo snaturarci e non inseriamo conservanti”. – Debora Massari

In una pasticceria Massari si possono trovare oltre 300 dolci, compresi semifreddi e maritozzi. A Radio DEEJAY il maestro Massari ci svela la ricetta del suo maritozzo, oltre che una curiosità: il dolce nasce in origine per fare una promessa di nozze, perché dentro conteneva l’anello.

Oggi Debora l’ha reinventato, ovviamente col placet del padre, che la guarda sempre con fierezza e ammirazione. Com’è il nuovo maritozzo Massari? Per scoprirlo, cliccate sui participant qui sotto…

Iginio Massari e la figlia Debora a Radio DEEJAY: guarda l’intervista completa



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.