Business

I migliori notebook sotto i 600 euro da comprare: guida all’acquisto


Quale pocket book compro con un finances di meno di 600 euro? Questa è una delle domande che ci ponete più spesso tra i commenti alle recensioni dei laptop portatili ed è anche per questo che abbiamo deciso di realizzare una serie di information che vi aiuti nella scelta della soluzione più adatta alle vostre esigenze. Si tratta di un contenuto che viene aggiornato trimestralmente e affiancato da altre due selezioni di prodotti, una relativa all’intervallo di prezzo 600-1200 euro e l’altra da 1200 a 2000 euro; tutte poi convergenti in una guida generica. Insomma, qualsiasi sia il vostro finances, qui su HDblog troverete sempre i nostri consigli per l’acquisto.

Prima di iniziare occorre però fare una veloce premessa: i prezzi dei prodotti che trovate qui oscillano, in eccesso e in difetto, in maniera imprevedibile e quindi può darsi che, nel momento in cui state leggendo, le cifre non corrispondano. Non disperate, ciclicamente le offerte tornano e i prezzi si abbassano in base alle disponibilità dei prodotti. Questi, inoltre, sono i nostri consigli che vi serviranno anche come indicazione sulla tipologia di prodotto più conveniente da acquistare in quel momento a quel dato prezzo; se trovate soluzioni molto simili allo stesso prezzo, verosimilmente si tratterà di un pocket book altrettanto valido.

NOTA BENE: vista la situazione attuale e la scarsa disponibilità dei prodotti, i prezzi inseriti potrebbero cambiare di 50/100€ con estrema facilità e i portatili non essere disponibili, ma tornare solo in quantità ridotte.

INDICE

ACER ASPIRE 3



Iniziamo come sempre dal più economico, in questo caso dall’Acer Aspire 3 nella versione A315-35-P3XM . Si tratta di un pocket book dotato di un show IPS da 15,6 pollici di diagonale con risoluzione FHD che offre una finitura opaca sempre molto utile per limitare al massimo i riflessi e sopperire, in un certo senso, alla luminosità massima non particolarmente elevata del pannello.

Sotto la scocca troviamo un processore Intel Pentium Silver N6000. A discapito del nome che probabilmente non evoca prestazioni tremendous, siamo di fronte advert una CPU quad-core con frequenza operativa massima di oltre 3GHz che riesce a soddisfare tutte le richieste più comuni senza troppi problemi. Il processore è poi supportato da 8GB di RAM e da un SSD NVMe da 128 GB che contribuiscono garantire una buona reattività generale.


Il design è pulito, le cornici del show non sono sottilissime, ma la dotazione di porte è buona e embrace anche la ethernet. Peccato che manchi una USB-C. C’è il tastierino numerico e il trackpad è di dimensioni sufficienti, ma, come vedremo anche in altre soluzioni di questa fascia, la tastiera non è retroilluminata. A bordo troviamo Windows 11 Home in S Mode, ovviamente convertibile alla modalità normal in maniera semplice.

Come già anticipato in apertura, si tratta della soluzione più economica della nostra selezione ed è attualmente disponibile su Amazon a circa 390 euro.

PRO E CONTRO IN SINTESI

LUMINOSITA’ DEL PANNELLO NON ELEVATACORNICI NON SOTTILISSIMEUSB-C ASSENTETASTIERA NON RETROILLUMINATA

LENOVO IDEAPAD 3



Da Acer a Lenovo, precisamente all’IdeaPad 3. Come ben sappiamo, questa linea di pocket book è quella che identifica le soluzioni più economiche per il model, quindi non possiamo certo aspettarci chissà quali fronzoli costruttivi o {hardware}. La scocca è quasi interamente in plastica e la tastiera, anche qui, non è retroilluminata. Come per l’Aspire, si è badato al sodo cercando di offrire il miglior rapporto prezzo/prestazioni, sacrificando qualcosa in termini di estetica e materiali.

Il show misura 15,6 pollici di diagonale ed è un TN con risoluzione FullHD. La luminosità massima non è elevatissima, Lenovo dichiara 220 nits, ma la finitura anti-riflesso aiuta advert avere una visibilità sufficiente nella maggior parte delle situazioni. Mancano porte USB-C, un peccato, anche in questo caso, vista la progressiva espansione di questa tipologia di attacco.

La piattaforma alla base della soluzione è un Intel Core i3 di decima generazione. Ok, non è la generazione più recente, ma resta comunque un processore assolutamente valido per tutti coloro che si limitano advert un utilizzo basico del pocket book, per intenderci, fatto principalmente di navigazione e videoscrittura. La RAM ammonta a 8 GB, mentre lo storage arriva a 256 GB e può essere aggiornato ed espanso grazie allo slot accessibile una volta aperto il pocket book. Windows 11 è disponibile in S Mode sempre aggiornabile alla versione normal del sistema operativo.

PRO E CONTRO IN SINTESI

ASUS F415EA



Ed eccoci al terzo modello selezionato, si tratta del pocket book Asus F415EA di cui non citeremo il modello completo perché corrisponde a una sigla che è peggio di un codice fiscale. Design e materiali fundamental, offre un show da 14 pollici di diagonale con risoluzione FHD e finitura anti riflesso. Le cornici non sono sottilissime, ma, trattandosi di un 14 pollici, le dimensioni restano abbastanza contenute e il peso è di 1,6 Kg.

Si basa su un processore Intel Core i3 di undicesima generazione, per la precisione un Intel core i3 1115G4 che non è di quelli dotati già di grafica integrata Iris Plus, ma è realizzato con processo produttivo a ten nanometri, più ottimizzato e meno dispendioso in termini di consumo energetico, rispetto alle versioni della precedente generazione. A questo si affiancano 8 GB di RAM e un SSD PCIe da 512GB. Le prestazioni quindi non vi deluderanno, specie per gli utilizzi più comuni.


Completa la dotazione di porte che embrace 3 USB-A, una HDMI, una USB-C, jack audio e anche uno slot per schede di memoria microSD. La ricarica avviene tramite un connettore proprietario lasciando quindi sempre a disposizione la USB-C.

Come per i modelli appena proposti, Windows 11 è in S Mode (aggiornabile) e la tastiera non è retroilluminata.

PRO E CONTRO IN SINTESI

TASTIERA NON RETROILLUMINATA

HUAWEI MATEBOOK D15



Sfondiamo il muro dei 500 euro con il Huawei Matebook D15, forse la soluzione esteticamente più curata della fascia economica. La scocca è interamente in materiale metallico e le cornici del show sono tra le più sottili, tanto che abbiamo un rapporto schermo dimensioni dell’87%. Il pannello è un classico LCD da 15,6 pollici con risoluzione FullHD, nulla che ci laschi senza fiato, ma comunque resta nella media delle soluzioni in questa fascia di prezzo. Sotto la scocca troviamo un Ryzen 5 5500U che lo pone come il primo e unico pocket book con CPU a 6 Core di questa selezione e anche quello più performante in termini di potenza di calcolo.A questo processore sono affiancati 8 GB di memoria RAM e 512 GB di storage su SSD PCIe. Quest’ultimo è aggiornabile, mentre la RAM e saldata sulla scheda.

Nonostante il tanto spazio a disposizione non abbiamo un tastierino numerico, ma, in compenso, c’è il lettore per le impronte digitali che consente un accesso rapido e sicuro al sistema operativo. Va ricordata, inoltre, l’insolito posizionamento della webcam, inserita sotto un tasto della tastiera, che restituisce un inquadratura non esattamente ottimale. Discreta poi l’autonomia, nonostante la batteria da soli 42Wh, si riescono a raggiungere 6 ore di utilizzo generico.



Recensione Huawei MateBook D15 2021





Windows
19 Apr


PRO E CONTRO IN SINTESI

ASUS VIVOBOOK FLIP 14



Chiudiamo questa selezione con un altro prodotto Asus, l’unico convertibile di questa guida. Abbiamo scelto il Vivobook Flip 14 che offre uno schermo da 14 pollici in grado di ruotare su se stesso di 360 gradi rendendo possibile l’utilizzo in modalità pill. La risoluzione del show è FullHD e la finitura lucida che lo riveste edge to edge contribuisce a conferirgli un aspetto molto premium. E’ ovviamente un pannello Touch che rende possibile l’interazione anche senza mouse e tastiera.

Sotto la scocca, realizzata in materiale metallico, abbiamo un processore intel Core i3 di undicesima generazione con grafica integrata UHD graphics, accompagnati da 8GB di RAM e da 256GB di memoria di storage su SSD PCie. Tra le soluzioni mostrate in questa guida, questo modello è sicuramente il più leggero, solo 1,5 Kg, mentre lo spessore, complice il formato, è di 18.7 mm. Discreta la dotazione di porte che embrace due USB-A, una USB-C, una HDMI, jack Audio e slot per microSD, oltre ovviamente al connettore proprietario per la ricarica.

PRO E CONTRO IN SINTESI

VIDEO



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.