Sports

Juve-Inter 0-0 LIVE: Calhanoglu sbaglia il rigore, para Szczesny | Primapagina

Il dado è tratto. Dopo due settimane di febbrile attesa, il huge match della 31esima giornata di Serie A, che può decidere le sorti dello scudetto, va in scena questa sera alle 20.45 all’Allianz Stadium di Torino: di fronte la Juventus di Massimiliano Allegri e l’Inter di Simone Inzaghi, nel posticipo che in realtà è una sfida da dentro o fuori per entrambe. I bianconeri, dopo un inizio complicato, sono in serie positiva da 15 partite e con i tre punti si porterebbero provvisoriamente a -4 dal Milan primo e supererebbero al terzo posto proprio i nerazzurri, che invece hanno vinto solo una volta nelle ultime cinque e sono in caduta libera, a -6 dal Milan seppur con una partita in meno e a -3 dal Napoli. Una partita che vale una stagione, dopo il pari dell’andata e la vittoria dell’Inter in Supercoppa: sfida nella sfida quella tra Dusan Vlahovic e Lautaro Martinez, 21 e 14 reti finora, con l’incognita Dybala, oggi bianconero ma possibile nerazzurro del domani. Sfida da ex anche per il dirigente dell’Inter Giuseppe Marotta.

STATISTICHE E PRECEDENTI – Dopo il pareggio nel match d’andata contro la Juventus a Milano per 1-1, l’Inter potrebbe rimanere imbattuta in entrambe le gare stagionali di Serie A contro i bianconeri per la prima volta dal 2008/09 (in quel caso vittoria al Meazza per 1-0 e pareggio a Torino per 1-1).

Considerando tutte le competizioni, l’Inter ha vinto solo una delle ultime 15 sfide in casa della Juventus (1-3 in campionato con Stramaccioni alla guida il 3 novembre 2012): in questo parziale interno per i bianconeri ben 10 vittorie e quattro pareggi. La Juventus è la squadra con la striscia aperta più lunga d’imbattibilità in questa Serie A: 16 gare (11V, 5N). Dal 30 novembre advert oggi solamente due squadre nei maggiori cinque campionati europei non hanno perso nemmeno una volta (i bianconeri e il Siviglia, che però conta una gara in meno, 15). Nelle ultime nove gare di campionato l’Inter ha raccolto appena 11 punti (2V, 5N, 2P), ben 10 in meno dei bianconeri, che in questo parziale sono primi come punti conquistati in Serie A (21) – l’Inter sarebbe nona in questa parziale graduatoria. L’Inter ha pareggiato in tutte le ultime quattro trasferte di Serie A (due volte 0-0 e due volte 1-1): non arriva a cinque pareggi di fila fuori casa in campionato dalla striscia di sei registrata nel dicembre 2004, con Roberto Mancini in panchina. Nessuna squadra ha collezionato più clear sheet della Juventus in questo campionato (13 come il Napoli), mentre solo il Torino (3 esatti di media) subisce meno tiri nello specchio in media a partita rispetto ai bianconeri (3.1) – l’Inter è sesta in questa classifica con 3.6 tiri in porta concessi a match. L’Inter è la formazione che ha recuperato più punti da situazione di svantaggio in questo campionato (ben 19), anche perchè è una delle quattro formazioni che vanta il maggior numero di gol segnati nell’ultima mezz’ora di gioco (22 reti, come Atalanta, Lazio e Verona). L’Inter è la vittima preferita in Serie A di Juan Cuadrado: cinque gol segnati dal colombiano ai nerazzurri, tutti in gare casalinghe, tra cui la doppietta nell’ultimo match giocato alla Stadium tra queste due squadre (3-2 per i bianconeri il 15 maggio 2021). Il primo gol segnato in una partita casalinga da Dusan Vlahovic in Serie A arrivò contro l’Inter, il 15 dicembre 2019 con la maglia della Fiorentina (1-1 il finale): curiosamente quella rete è l’unica, delle 48 segnate dal serbo nel massimo campionato italiano, dal 90’ minuto di gioco in poi. Ivan Perisic (199 presenze) potrebbe diventare il terzo croato nell’period dei tre punti a vittoria a raggiungere quota 200 partite in Serie A, dopo Marcelo Brozovic (224 presenze) e Milan Badelj (210) – l’esterno nerazzurro ha affrontato 10 volte i bianconeri in campionato, vincendo solo una sfida (4N, 5P).

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

Juve (4-2-3-1): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Locatelli, Rabiot; Cuadrado, Dybala, Morata; Vlahovic.

Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro.

RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE A BREVE L’APPROFONDIMENTO A CURA DI GIANCARLO PADOVAN PER 100ESIMO MINUTO.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close