Lifestyle

un viaggio autobiografico tra ricordi e quotidianità


Dal 21 aprile Pacifico è in libreria con il suo secondo libro, “Io e la mia famiglia di barbari”, un viaggio nei ricordi per descrivere gesti e momenti quotidiani (indimenticabili).

Pacifico nuovo libro
Pacifico nuovo libro

Pacifico prende la sua poeticità invidiabile e la sua sensibilità sopraffina ed esce in libreria con “Io e la mia famiglia di barbari. Storia sognata dei miei genitori”.

Pacifico presenta il suo nuovo libro, “Io e la mia famiglia di barbari. Storia sognata dei miei genitori”

Un romanzo autobiografico, un affresco della storia d’Italia, dei suoi emigranti, tra umorismo, commozione e amore per la sua “stramba” famiglia. Il nuovo libro di Pacifico è il ritratto di un Paese e un viaggio nel cuore di una famiglia italiana, così autentica e speciale, pur nella sua preziosa semplicità.

Il 21 aprile arriverà in libreria e negli retailer digitali “Io e la mia famiglia di barbari” (La nave di Teseo), il secondo romanzo di Pacifico.

L’autore, all’anagrafe Luigi “Gino” De Crescenzo, è famoso per le sue canzoni, ma la scrittura resta la sua passione in qualsiasi forma venga declinata. Il libro è un affresco della storia d’Italia, ma è anche una testimonianza di affetto e gratitudine verso la propria “scalcagnata” e “impareggiabile” famiglia.

A partire dalla copertina, scatto realizzato intorno agli anni Cinquanta dal grande interprete della fotografia contemporanea Nino Migliori (classe 1926), ci si immerge nell’atmosfera intima e delicata del romanzo, che cattura momenti di una quotidianità fragile e solida al contempo.

In “Io e la mia famiglia di barbari”, l’autore racconta l’epopea della sua famiglia allargata, i “Campanici”, e dei genitori, Pia e Guido, emigrati a Milano in cerca di lavoro. Un viaggio rispettoso e coinvolgente nei ricordi, in cui descrive i riti delle vacanze e del controesodo annuale – con i loro ingorghi e interminabili viaggi in treno – i matrimoni e i funerali, i dissidi e le riconciliazioni, il passaggio generazionale, fino alla perdita del padre, all’abbandono della casa in cui hanno vissuto per quarant’anni, al proprio trasferimento a Parigi e alle telefonate alla madre che vive da sola.

Con la sua penna così wonderful e minuziosa, Pacifico si sofferma su gesti e momenti quotidiani, costruendo così qualcosa che assume quasi il respiro dell’epos, la saga dell’emigrazione, tra umorismo, commozione e amore per la sua stramba famiglia.

Pacifico nuovo libro

Elisabetta Sgarbi: “Un libro autobiografico, divertente e commovente”

Il libro esce per la casa editrice La Nave di Teseo.

Elisabetta Sgarbi, fondatrice e Direttrice Generale ed Editoriale de La nave di Teseo, ha commentato il secondo libro di Pacifico, dichiarando: “”Io e la mia famiglia di barbari” conferma che Pacifico è uno scrittore, un romanziere, capace di uscire dalla forma canzone per distendersi su una misura più ampia. Ma questo libro autobiografico, divertente e commovente, mostra anche quanta vita sta all’origine, magari involontaria, dei suoi bellissimi testi per la musica”.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close