Business

AMD Radeon RX 6×50: lancio fissato al 10 maggio. In arrivo anche una RX 6300


Mentre NVIDIA raccoglie apprezzamenti e critiche dopo il lancio della mostruosa GeForce RTX 3090 Ti, sancendo la high-quality dell’period delle GPU Ampere, AMD sembra invece aver deciso di posticipare il tanto atteso refresh delle Radeon RX 6000. Stando a un recente report di videocardz infatti, le indiscrezioni che vogliono l’azienda di Sunnyvale pronta a far slittare di qualche settimana la presentazione delle Radeon RX 6×50 sono più che concrete, collocando il lancio dei nuovi modelli al 10 maggio anzichè il 20 aprile.

La notizia arriva tra l’altro corredata da un’immagine che raffigura i nuovi modelli, parliamo nel dettaglio di Radeon RX 6950 XT, Radeon RX 6750 XT e Radeon RX 6650 XT; la foto in questione conferma che le Radeon RX 6×50 prendereanno in prestito il design della Radeon RX 6800 XT Midnight Black, proponendo quindi una colorazione nera e mantenendo inalterate quasi tutte le altre caratteristiche tecniche.


Questo refresh, che utilizza le stesse GPU RDNA2 viste sui modelli AMD attualmente presenti a listino, sarà caratterizzato sostanzialmente da un reparto VRAM leggermente migliorato grazie all’adozione di memorie GDDR6 da 18Gbps (prima erano 16 Gbps), il tutto per incrementare la larghezza di banda passante che, verosimilmente, sarà affiancata anche a frequenze di clock GPU più spinte.


Mentre le GPU sopraccitate potrebbero avere un certo seguito – prezzo e disponibilità permettendo – potrebbe non essere lo stesso per un altro inedito modello AMD spuntato dall’ultima versione delle GPU Performance API (GPUPerfAPI), ossia la Radeon RX 6300. Al momento mancano dettagli ufficiali, tuttavia, viste le caratteristiche della Radeon RX 6500 XT e quelle dell’ormai certa RX 6400, non ci aspettiamo specifiche tecniche entusiasmanti; la scheda dovrebbe utilizzare la versione meno potente del chip Navi 24, si vocifera con soli 2GB di memoria GDDR6 e BUS a 64bit (si presume sempre con un’interfaccia a PCI-E 4.0 x4).



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close