Sports

Bastoni-Zakaria e Ranocchia-Belotti, c’è chi vede e chi non vede: misura colma. La più bella Juve della stagione, con il solito problema. Perchè lo svizzero in panca? Allegri e Agnelli interpretino bene parole Elkann

Più Juve che Inter. Ma ha vinto l’Inter. Juve bella? La più bella della stagione. Ma ha vinto l’Inter. Juve sfortunata? Sfortunatissima con  quel palo di Zakaria. Infatti ha vinto l’Inter. Zakaria migliore della Juve? Assolutamente. Perché  allora  non ha giocato dall’inizio? Mistero allegriano. Mi viene una battuta: perché altrimenti la mamma di Rabiot si incavola.


Juve che avrebbe meritato almeno il pareggio? Juve che avrebbe meritato la vittoria. Ma per vincere serve metterla dentro. E la Juve di gol ne fa pochi. Vlahovic period scarico? Non ha sfruttato il cross messi in mezzo all’space? Vlahovic ha sbagliato parecchio nel fraseggio. Ma di palle nitide, quelle che mettono l’attaccante davanti alla porta avversaria,la Juve non  ne crea. Sono stufo di scrivere il perché.


Tuttavia c’è un altro aspetto da valutare. La tracotanza dei varisti. Non mi dilungo sull’episodio del rigore in Juventus- Inter. Dico solo che se il varista vuole vedere, vede. Anche l’esecuzione irregolare di un penalty. Se il varista “non vuole vedere“, come nel caso del contrasto Ranocchia – Belotti, non vede. Malafede? Pippaggine? E chi sono io per dare  giudizi in proposito? Io mi limito a constatare. E verifico che ci sono squadre alle quali i rigori vengono assegnati e altre che i rigori non li ottengono. E ci sono  squadre  finora sanzionate con un solo rigore.


Uno: dall’inizio delle stagione. Perché voi, cari lettori non lo sapete, ma ci sono squadre contro le quali gli avversari non entrano in space di rigore. La circumnavigano. Si a va a mode nel calcio italiano. Un anno una squadra ha  battuto il report mondiale di rigori a favore. C’è stata una stagione costellata dai “rigorini“ per falli di mano. Rideva l’Europa intera per l’ossessione dei varisti. Dalla stagione successiva si sono “calmati“. Ma hanno cominciato ad infierire annullando gol per fuorigioco di millimetri. Oggi soffia il vento dei rigori  da “ripetere”. Perché? Ma perché un mese fa le mosche cocchiere che volteggiano al Sud come al Nord hanno montato un bordello gigante, visto che una società si period lagnata . A suo dire penalizzata da un rigore che “doveva” essere ripetuto. Quindi  il prode designatore ha diramato una “grida“ di massima allerta per i varisti in occasione dei penalty. Che la misura sia colma è stato testimoniato dall’incursione a Firenze in tribuna nel presidente dell’Empoli, Corsi  verso il designatore Rocchi. Aveva ragioni Corsi per incazzarsi. Ne aveva, a mio parere. Ma questo è un altro discorso.


La Juve ha perso, viva la Juve. Allegri ha spiegato che certamente il pubblico si sarà divertito. Avviso al “navigante“ livornese: il pubblico si diverte quando vince. Modalità che la Juve sembra aver smarrito. Ma del resto, la Juve non ha vinto un solo scontro diretto contro le squadre di alta classifica. Allegri se la caverà con una delle sue battute.


Caro Max, magari considerare che al momento (sconfitta in Supercoppa, disastro in Champion’s, scudetto mai  annusato) la stagione si presenta fallimentare. A meno che non si consideri un successo  un quarto posto, ancora da blindare, e una Coppa Italia tutta da approfondire. Io fossi Allegri (ma anche fossi Andrea Agnelli) considererei bene le parole di John Elkann: “Abbiamo messo a disposizione della Juve, le risorse per poter tornare grande“. Tradotto dal linguaggio del signor Exor: pazienza finita. Dalla prossima stagione voglio vedere i risultati. Sportivi e amministrativi. Non ci vuole una macchina  per decrittare il messaggio.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close