Lifestyle

I Grammy 2022 hanno puntato su performance importanti, ma si sono comunque rivelati deludenti


Poi, come fa sempre, Lil Nas X ha rubato la scena con un medley di Dead Right Now, Montero, e Industry child con tanto di cambi d’abito, un piccolo esercito di ballerini e un Jack Harlow sorprendentemente agile che si unisce a Nas in alcune coreografie. È ovviamente migliorato come cantante, ma Lil Nas X continua a dimostrare che anche la sua sola presenza è un appuntamento da non perdere.

Molti degli artisti non-pop hanno impressionato il pubblico con le loro canzoni, compresa un’emozionante interpretazione di Ne Me Quitte Pas della potente cantante Ledisi dal suo album di cowl. L’innovativo atto nation di Jimmie Allen, Down Home, è stato commovente nel catturare magistralmente la tenerezza che lo rende così d’impatto. (Allen ha scritto la canzone come tributo al defunto padre).

L’hip-hop è stato sottorappresentato

I due Nas – Lil ed Escobar – sono stati gli unici artisti rap a esibirsi durante l’intero spettacolo di tre ore e mezza, il che è sembrato… strano… considerato il predominio dell’hip-hop. Per quanto sia stato bello vedere Nasir Jones suonare un medley dei suoi classici e del nuovo materiale, dov’erano alcune delle star più contemporanee che hanno preso il suo posto? 
J. Cole – che non ha mai avuto una relazione particolarmente fruttuosa con i Grammy, vincendo la sua prima volta di recente come interprete del brano A Lot di 21 Savage nel 2019, period impegnato a gestire il suo competition. Drake ha ritirato le sue candidature, e con esse, ogni possibilità di una sua apparizione o coinvolgimento. E, come garantito, Kanye period previsto che si esibisse fino a quando i produttori hanno ritenuto che fosse troppo rischioso, considerando il suo recente comportamento. (Cosa che non gli ha impedito di vincere due premi, come miglior canzone rap e miglior efficiency rap melodica).

Date le sue recenti apparizioni ai vari premi negli ultimi mesi, una efficiency di Tyler sarebbe stata una scossa garantita per la serata. Diavolo, sarebbe stato anche solo bello vederlo accettare il Best Rap Album. Si cube che Tyler abbia cancellato i piani per una sua apparizione all’ultimo minuto, ed è per questo che abbiamo visto invece la Best Rap Performance solo trasmessa in video, con Keem pronto a salire sul palco in sua sostituzione. Ma perché non invitare Keem, una delle matricole più eccitanti dell’hip-hop, a esibirsi fin dall’inizio? Chi lo sa, avrebbe anche potuto convincere suo cugino. O che dire di Doja Cat, il cui Kiss Me More con SZA è stato plurinominato?

La vittoria di Louis C.Ok. e il momento In Memoriam dedicato a Virgil Abloh hanno sollevato doverose perplessità

Il premio Best Comedy Album è andato a Louis C.Ok. per Sincerely, il suo primo speciale dopo aver ammesso che le varie accuse di cattiva condotta sessuale contro di lui erano vere. Da quando è tornato nel mondo della commedia, la carriera di C.Ok. è stata (meritatamente) messa sotto esame, diventando uno degli avatar più chiari della battaglia della cultura della cancellazione.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close