Sports

Ucraina, Mosca nega l’orrore di Bucha: ‘Video ordinati dagli USA’. Kiev: ‘I russi mobilitano altri 60mila soldati’ | Altri sport

Prosegue la guerra in Ucraina e sale la tensione dopo il massacro di Bucha, un macigno in vista della ripresa dei negoziati. Gli aggiornamenti su Calciomercato.com.

8.45 – Mosca tona sui video dei civili morti ripresi nella città ucraina di Bucha dicendo che sono stati “ordinati” dagli Stati Uniti nell’ambito di un complotto per incolpare la Rusia: lo ha detto ieri la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, secondo quanto riporta il quotidiano britannico Guardian. “Chi sono i maestri della provocazione? Naturalmente gli Stati Uniti e la Nato”, ha affermato Zakharova in un’intervista alla television Stato.

8.35 – “Qualcuno mi ha domandato, piu’ di uno”, di andare a Kiev. “Ho detto con sincerita’ che la disponibilita’ sempre c’e’, non c’e’ il ‘no’. Sono disponibile”, “e’ sul tavolo. Ma non so se si potra’ fare, se e’ conveniente farlo, se e’ per il meglio o se devo farlo” . È quanto detto da Papa Francesco nell’intervista rilasciata ai giornalisti durante la conferenza stampa nel volo di ritorno da Malta. “Io sono disposto a fare tutto quello che si possa fare – ha ribadito il Papa -. La Santa Sede, soprattutto la parte diplomatica, sta facendo di tutto, il card. Parolin e mons. Gallagher, stanno facendo di tutto. Non si puo’ pubblicare tutto quello che fanno per prudenza e riservatezza”, assicurando poi:”siamo al limite del lavoro” e “tra le possibilita’ c’e’ il viaggio” nella capitale ucraina. Papa Francesco ha inoltre annunciato che si sta lavorando per un suo incontro con il patriarca russo Kirill. “Si pensa di farlo in Medio Oriente”. Il Papa ha inoltre riferito che in questo mese di guerra non ha sentito il Presidente russo Vladimir Putin. “Il primo giorno ho sentito di dover andare all’ambasciata russa” e a chi gli chiede quale messaggio invierebbe al Presidente russo, Papa Francesco ha risposto: “I messaggi che ho dato sono a tutte la autorita’, non faccio un doppio linguaggio. E’ sempre lo stesso: ogni guerra nasce e’ un’ingiustizia, sempre”. “Il Signore abbia pieta’ di noi, di tutti noi” perche’ “tutti siamo colpevoli”.

8.20 – Il numero dei bambini uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa: lo rende noto su Telegram il vice primo ministro ucraino, Iryna Vereshchuk.

8.10 – Sono quasi 3mila le persone che l’Ucraina ha evacuato nelle ultime 24 ore da Mariupol e dalla regione di Luhansk: sono i dati forniti su Telegram dal vice primo ministro ucraino, Iryna Vereshchuk.

7.10 – Il primo ministro giapponese, Fumio Kishida, ha fermamente condannato gli attacchi ai civili segnalati nelle città ucraine alla periferia di Kiev “come violazione del diritto internazionale”.

6.30 – La Russia sta mobilitando altri 60mila soldati: lo afferma l’esercito ucraino, stando al Guardian.

5.20 – Il direttore generale del Roscosmos, l’Agenzia spaziale russa, Dmitry Rogozin, ha affermato che la società statale non collaborerà con i paesi che forniscono armi a Kiev e forniscono sostegno politico all’Ucraina.

4.30 – Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov incontrerà una delegazione del gruppo di contatto della Lega Araba sulla situazione in Ucraina. Lo afferma l’agenzia di stampa russa Tass.

4.05 – Durante la cerimonia dei Grammy Awards, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha lanciato un appello: “Aiutateci, ma non col silenzio”. Zelensky ha chiesto di “riempire con la musica” il “silenzio della morte” di tutte le persone uccise dalla Russia”.

3.45 – Dalle 4 del 24 febbraio 2022, quando cioè è iniziato l’attacco armato della Federazione Russa contro l’Ucraina, alla mezzanotte del 2 aprile 2022 (ora locale), l’Ufficio dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani (Ohchr) ha registrato 1.417 morti e 2.038 feriti. Tra i morti si contato 293 uomini, 201 donne, 22 ragazze e 40 ragazzi, oltre a 59 bambini e 802 adulti il cui genere è ancora sconosciuto. Tra i feriti si contano anche 92 bambini.

2.30 – Volodymyr Zelensky, presidente dell’Ucraina, in un nuovo discorso nella notte si è rivolto alle forze russe definendole “assassini”, “torturatori” e “stupratori” dopo che centinaia di corpi di civili ucraini sono stati trovati nelle strade delle città intorno a Kiev. “Centinaia di persone sono state uccise, i civili sono stati torturati e giustiziati”, prosegue Zelensky come riporta il Guardian. “Voglio che ogni madre di ogni soldato russo veda i corpi delle persone uccise a Bucha, a Irpin, a Hostomel”.

2.15 – La Russia non ci sta e bolla come montatura ucraina il massacro di Bucha. La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, si esprime così: “L’interruzione dei colloqui di tempo è l’obiettivo del crimine del regime di Kiev”, nel villaggio ucraino di Bucha “una provocazione dell’esercito e dei radicali ucraini”. “Il significato del crimine del regime di Kiev è l’interruzione dei negoziati di tempo e l’escalation della violenza”.

1.45 – La BBC ha pubblicato immagini satellitari di Bucha, in Ucraina, che mostrano una trincea di 15 metri nel sito in cui è stata identificata una fossa comune. Le immagini, catturate il 31 marzo e pubblicate da Maxar Technologies, mostrano quella che sembra essere una trincea all’interno dei terreni della Chiesa di Sant’Andrea e di Pyervozvannoho All Saints.

1.00 – Nuove esplosioni avvertite a Odessa e Kherson, lo riferisce il Kyiv Indipendent.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close