Entertainment

Eurovision 2022, cartoline dell’Italia: tutte le città scelte

Quante volte avete sentito lo scherzo del Molise che non esiste? Ecco quest’anno tutti avranno la prova definitiva che il Molise esiste eccome, perché la piccola regione adriatica sarà protagonista all’Eurovision Song Contest 2022. Sarà la tranquilla città di Termoli a rappresentare il territorio nell’evento canoro più atteso del 2022. In che modo?

Il “Paese vecchio” e il Castello Svevo saranno al centro delle riprese delle troupe Rai ed Ebu, che realizzeranno un breve filmato da mandare in onda durante la gara come cartolina prima dell’esibizione di uno dei concorrenti.

Il nostro Paese potrà infatti sfruttare la vetrina di Eurovision per presentarsi al mondo attraverso delle cartoline, un espediente che permetterà a tante località italiane di mettersi in mostra per qualche secondo nell’evento canoro più visto del mondo.

Eurovision Song Contest 2022: è iniziato il conto alla rovescia

Manca sempre meno all’inizio dell’Eurovision, in programma al Pala Olimpico di Torino dal 10 al 14 maggio 2022, quando i più popolari cantanti europei si sfideranno a colpi di musica in rappresentanza dei 40 Paesi in gara.

Il contest viene organizzato nel Paese che detiene lo scettro del vincitore, e quest’anno spetta a noi grazie alla vittoria dei Måneskin nell’edizione olandese del 2021 con il brano Zitti e Buoni. Si tratta della terza edizione dell’Eurovision a svolgersi in Italia, dopo le edizioni del 1965 e del 1991.

L’Italia quest’anno verrà rappresentata da Blanco e Mahmood con Brividi, canzone con cui hanno trionfato al Festival di Sanremo 2022. Altissime le aspettative sugli ascolti: l’edizione 2021 ha avuto un’viewers di circa 20 milioni di telespettatori nelle due serate di semifinale e di oltre 185 milioni di telespettatori per la serata finale, a cui si aggiungono i contatti che arrivano dai maggiori social e dalle piattaforme internet. Cosa ci aspetta quest’anno? Manca poco per scoprirlo.

Cosa sono le cartoline e quando vanno in onda

Durante la trasmissione a ogni concorrente sarà abbinata una postcard, una video-cartolina di circa 40 secondi che la Rai manderà in onda per consentire il “cambio palco” tra un’esibizione e l’altra. In un’ottica di promozione turistico-culturale, le cartoline porteranno ai telespettatori di tutto il mondo le immagini di alcune tra le più celebri località italiane.

Fra queste in rappresentanza del Molise ci sarà Termoli, in provincia di Campobasso. Il Comune ha dichiarato:

“Ci sarà anche la nostra Regione e la città tra i 40 luoghi prescelti dell’evento che diventeranno a tutti gli effetti ambasciatori di cultura e bellezza. Tra questi figureranno anche il borgo vecchio e il Castello Svevo, simboli di una straordinaria architettura che identifica la città di Termoli”.

Le “Cartoline volta pagina” vengono utilizzate per introdurre le efficiency fin dal 1970. Negli anni il idea è stato declinato in vari modi: turistico, promozionale per gli artisti, cartone animato, scena teatrale. Pochissime da allora le eccezioni: fra queste troviamo l’edizione del 1980 a L’Aia, quando i brani vennero introdotti da volti di ciascuna television pubblica, invitati direttamente nel centro di produzione. Altra celebre parziale variazione sul tema avvenne nel 1991 in Italia, quando agli artisti in gara venne chiesto di cimentarsi col ritornello di una canzone italiana.

Eurovision 2022, non solo il Molise: ecco tutte le località scelte

La città molisana non sarà l’unica a comparire nelle video-cartoline, continuano a essere rivelati i luoghi che mostreranno al mondo le bellezze del nostro Paese all‘Eurovision 2022. L’ENIT, l’agenzia italiana per il turismo, a cui è stata affidata la gestione dell’operazione, sta girando nei paesaggi più iconici d’Italia per riprendere scorci di bellezza.

Verranno mostrati due luoghi per Regione. Le immagini andranno in onda tra un’esibizione e l’altra, nel tempo necessario per il cambio del palco, visto che come è noto all’Eurovision Song Contest i singoli brani non vengono annunciati dai conduttori ma si susseguono uno dietro l’altro, con solo un breve intermezzo per favorire il cambio della scenografia.

Tra le cartoline confermate troviamo: il Trentino-Alto Adige, il Veneto con ben due luoghi rappresentati, Burano (Venezia) e Cortina d’Ampezzo (Belluno), la Lombardia con Varenna (Lecco), l’Emilia-Romagna con Ravenna, L’Umbria con Perugia e la Cascata delle Marmore (Terni), le Marche con la Spiaggia del Frate e il Parco del Conero (Ancona).

E ancora il Lazio con Civita di Bagnoregio (Viterbo), la Campania rappresentata dalla Reggia di Caserta e Procida (Napoli), la Puglia con Castel del Monte (Andria) e la Sicilia con la Scala dei Turchi e la costa di Realmonte (Agrigento).

Circolano altri nomi, non ancora verificati, tra cui Venezia con piazza San Marco, la Riserva Naturale Gole del Sagittario e il Lago di Scanno advert Anversa degli Abruzzi (L’Aquila) e del capoluogo stesso, appunto L’Aquila, Alba ed il Castello di Grinzane Cavour (Cuneo), Como, Le Castella advert Isola di Capo Rizzuto. Dovrebbero poi essere mostrati alcuni capoluoghi come Roma, Milano, Urbino, Rimini, Bergamo, Palermo, Firenze, Genova ed Aosta. Per scoprirlo non ci resta che aspettare.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.