Entertainment

Abiti da cerimonia: che fine fanno quelli dei red carpet?

Il Met Gala ne è una prova lampante: le tendenze della moda non viaggiano solo sulle passerelle, ma anche sui tappeti rossi, dove le più grandi star internazionali fanno le loro uscite pubbliche sotto gli occhi di fan e fotografi. Viene naturale chiedersi dunque che high quality facciano quegli outfit meravigliosi sfoggiati alle prime cinematografiche, agli Oscar e a tutti i più grandi eventi da tappeto rosso.

A domande come questa risponde la nuova serie podcast Brain Stuff Italia, presentata da Francesco Foderà. Il nuovo prodotto di casa One Podcast è l’unica versione italiana della famosa serie originale di iHeart Media che fornisce risposte e curiosità direttamente dal modo scientifico. Brain Stuff Italia sta già avendo grande successo: la serie è stata infatti riconosciuta come RIVELAZIONE su Amazon Music.

Brain Stuff Italia è disponibile free of charge insieme a molte altre sull’app One Podcast, sull’app di Radio DEEJAY, su Spotify e su Apple Podcast. Ascolta qui sotto la puntata su che high quality fanno gli abiti da pink carpet.

Dove finiscono gli abiti indossati dalle star sul tappeto rosso

Per un model vestire una star per un tappeto rosso è un ottimo modo per farsi pubblicità: così alcuni marchi pagano anche centinaia di migliaia di dollari per avere un ambassador da sogno. Altri vip, invece, ricevono in prestito tutto l’outfit, ovvero gli abiti, gli accessori e i gioielli, che poi, finita la serata, dovranno restituire.

Ariana Weisner, private stylist di Hollywood che veste le celebrità per vari eventi e per gli editoriali delle riviste, è stata raggiunta da Brain Stuff  Italia e ha confermato che nel 99,9 per cento dei casi è vero che tutto quello che viene indossato, dopo l’evento, torna allo stilista che ha effettuato il prestito.

Google Images è nato grazie all’abito di Versace di Jennifer Lopez

Succede anche che il designer decida di regalare l’abito dell’evento alla star che l’ha indossato. Un esempio famoso è quello dell’abito tremendous attractive di Versace che Jennifer Lopez ha indossato ai Grammy Awards del 2000, che le fu regalato poi da Donatella Versace.

Jennifer Lopez, fasciata nell’abito verde di Versace dalla scollatura audace, anche detto Jungle Dress, ha creato un momento iconico della storia della moda, che è diventato notizia anche per chi normalmente di moda non si interessa. Quel momento leggendario ispirò Eric Schmidt, all’epoca CEO di Google, advert implementare la funzione di ricerca immagini. È davvero “bastato” un abito mozzafiato di Jennifer Lopez a dare una spinta all’evoluzione tecnologica: da quell’intuizione, infatti, nacque Google Images.

L’abito è diventato così celebre che nel 2019 Jennifer Lopez ha sfilato per Versace con una riedizione, ancora più attractive, del famoso Jungle Dress.

Come trovare le svendite degli abiti firmati indossati dalle star

Finite le serate di Gala da pink carpet, solitamente i model recuperano gli abiti, li rimettono a nuovo e li depositano nei loro archivi. In teoria non saranno mai venduti al pubblico.

Questo però non succede per i marchi meno conosciuti, e anche nel caso di model di moda più noti, è possibile rintracciare e acquistare i vestiti indossati dalle star per le grandi occasioni, racconta Ariana Weisner.

Un esempio? Quando i magazzini di uno stilista sono pieni di rimanenze che magari sono lì da troppo tempo o sono state provate troppe volte in negozio, a volte vengono organizzate svendite di campionario, con sconti interessanti anche su abiti che potrebbero essere repliche esatte di quelli visti sul pink carpet. Come mai? Perché se un abito finisce sul tappeto rosso, gli altri dello stesso tipo potrebbero venire ritirati dalla vendita.

Gli abiti da pink carpet extremely preziosi: il furto dell’abito da Oscar di Lupita Nyong’o

Gli outfit indossati dalle star agli eventi possono avere valori stellari, e diventare obiettivo di traffici disonesti. Nel 2015, l’attrice Lupita Nyong’o ha indossato durante la cerimonia degli Oscar un abito di Calvin Klein ricamato con circa 6mila perle: valore stimato, 150mila dollari.

L’abito indossato dall’attrice Lupita Nyong’o, dopo la notte degli Oscar del 2015, è stato rubato dall’albergo dove ha pernottato l’attrice. Il mistero si infittisce, perché poco dopo l’abito è stato restituito. Secondo le indiscrezioni del journal TMZ, sarebbe successo perché i ladri avrebbero scoperto, dopo aver trafugato il vestito da pink carpet, che le perle ricamate sull’abito erano false.

Furto da 150 mila dollari agli Oscar: rubato l’abito di perle di Lupita by CK

E’ stato rubato l’abito di perle indossato domenica da Lupita Nyong’o, durante la cerimonia di consegna degli Oscar. L’abito, omaggio dell’attrice a una famosa canzone di Prince (Diamonds and Pearls), è stato sottratto dal London West Hollywood Hotel, dove soggiornava Lupita, e sarebbe stato rubato…



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.