Business

Android 13 Beta 1: tutte le novit ufficiali, nascoste e non documentate


Ieri sera Google ha rilasciato la prima Beta di Android 13, che nella timeline di sviluppo è la terza construct pubblica dopo due Developer Preview. Come per le precedenti construct, abbiamo deciso di raccogliere tutte le novità, sia quelle ufficiali sia quelle nascoste o non documentate, in un singolo articolo che aggiorneremo man mano che emergono altri dettagli. Partiamo da una notizia piuttosto grossa:

Beh, più o meno. Bisogna avere uno smartphone ragionevolmente recente e bisogna avere un po’ di esperienza nello smanettare. In concreto, Google ha rilasciato le GSI (Generic System Image) di Android 13 Beta 1. Le GSI sono parte del cosiddetto Project Treble: già da qualche anno, tutti gli smartphone con il Play Store devono essere in grado di avviare una GSI, che è sostanzialmente una versione “base” di Android senza personalizzazioni software program, senza grossi problemi di driver o compatibilità {hardware}.

Sostanzialmente ogni smartphone nativo Android 9 e successivi che ha il Play Store supporta obbligatoriamente Project Treble, quindi chiunque ne possiede uno con queste caratteristiche ed è interessato non deve far altro che scaricare la construct dal sito ufficiale di Android Developers, facendo attenzione di scegliere la construct giusta per il proprio processore, e installarla manualmente. La procedura precisa varia da un dispositivo all’altro, e richiede in genere lo sblocco del bootloader e l’installazione di una customized restoration. Google indica che ci sono almeno tre problemi noti da tenere in considerazione:

  • Audio telefono: potrebbe non sentirsi alcun suono in entrata durante una chiamata se si usa l’app telefono preinstallata.
  • Boot loop: il riavvio della GSI potrebbe non funzionare in alcuni smartphone. Bisogna entrare nella restoration e cancellare i dati utente, eseguire un ripristino alle impostazioni di fabbrica e poi riavviare.
  • Partizioni troppo piccole: su alcuni smartphone le GSI di Android 13 che includono anche i servizi Google (GMS) potrebbero essere troppo grandi per le partizioni preesistenti. Una soluzione può essere di cancellare alcune partizioni dinamiche non essenziali.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close