News

Due volontari britannici sarebbero stati rapiti dai soldati russi in Ucraina

Due volontari britannici che erano impegnati in attività di assistenza umanitaria in Ucraina sarebbero stati rapiti dai soldati russi: lo ha fatto sapere venerdì l’associazione non revenue britannica Presidium Network, dicendo che i due uomini sarebbero stati rapiti a un checkpoint vicino alla città di Zaporizhzhia, nel sud del paese, e specificando che nonostante fossero in contatto con la ong stavano svolgendo le proprie attività in maniera indipendente.

Il fondatore di Presidium Network, Dominic Byrne, ha detto a BBC che al momento del rapimento i due stavano cercando di dare assistenza a una famiglia di un paese a sud di Zaporizhzhia, che si trova circa 200 chilometri a nord-ovest di Mariupol, e che sarebbero stati fermati dai russi dopo circa sei ore di trattative. Al momento il ministero degli Esteri britannico sta cercando di ottenere informazioni più dettagliate: giovedì aveva confermato la morte di un cittadino britannico che presumibilmente stava combattendo con le forze ucraine nel Donbass; un’altra persona di nazionalità britannica di cui non si conosce l’identità risulta dispersa.

– Leggi anche: A che punto è l’avanzata della Russia nel Donbass

Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.