Entertainment

Eurovision 2022, Prima Semifinale: anticipazioni e scaletta

L’attesa è finita: l’Eurovision 2022 arriva finalmente in television. Si parte questa sera, martedì 10 maggio, dalle 21.00 su Rai 1 in diretta dal Pala Olimpico di Torino  con la conduzione di Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan, ma con il commento reside in italiano di Gabriele Corsi e di Cristiano Malgioglio. L’unico modo per seguire la conduzione in inglese è vedere la diretta su RaiPlay (almeno queste le informazioni in nostro possesso) o sul canale YouTube ufficiale dell’Eurovision Song Contest.

Come detto, la diretta in Eurovisione inizia alle 21.00 in punto e termina intorno alle 23.30: collegati circa 200 milioni di telespettatori in oltre 40 paesi, inclusa l’Australia, in gara, che segue l’evento di prima mattina. E se ancora vi chiedete perché l’Australia partecipa, sappiate che è così appassionata dell’evento da aver chiesto all’EBU di partecipare. Permesso concesso e così l’Australia è ‘ospite’ dell’evento organizzato dall’Unione dei Servizi Pubblici di Europa.

A proposito di servizi pubblici, quella dell’Eurovision Song Contest 2022 è una vera sfida per la Rai. Organizzare un ESC non è cosa semplice, ma la Rai è decisa a mostrarsi al meglio. Gli impicci non sono mancati, in primis dovuti alla scenografia a dir poco analogica – e barocca – disegnata da Francesca Montinaro: il sole cell che doveva essere il cuore del palco con la sua dinamicità e i suoi effetti di luce resterà tristemente fermo e buio dopo i problemi mostrati ai primi check. Le delegazioni che avevano scelto di servirsene per l’allestimento delle proprie esibizioni hanno dovuto rinunciarvi, con non pochi malumori. A essere particolarmente sul piede di guerra quest’anno sembra essere la delegazione spagnola, in gara con Chanel: tante le critiche e le polemiche mosse all’organizzazione italiana, tanto da aver quasi ‘oscurato’ gli storici atriti con la Svezia e quelli più ‘recenti’ (almeno in casa ESC) con la Francia, dopo le accuse arrivate lo scorso anno contro i Måneskin, accusati di aver fatto uso di droghe in diretta television – dopo una sconfitta che forse brucia ancora.

Fatto sta che il sole della Montinaro resta fermo e buio per la maggior parte del tempo, finendo per appesantire la messa in scena. Ricordiamo, peraltro, che l’ideazione e la regia delle esibizioni dei 40 paesi in gara sono decisi per lo più dalle delegazioni, con qualche margine di suggerimento e di azione per i registi dell’evento, Cristian Biondani e Duccio Forzano. Ecco perché lo stile delle riprese cambia: ma va detto che le mani si riconoscono, i suggerimenti pure, i margini di manovra concessi pure. Suggerisco in partenza di dare un’occhiata particolare all’esibizione della Grecia…

Ricordiamo anche che in questa Prima Semifinale la regia della parte present è di Duccio Forzano e quella delle delegazioni è di Cristian Biondani.

ESC 2022, scaletta prima semifinale

Si parte con il lancio di Leo, il drone ‘animato’ che accompagna i telespettatori nel giro d’Italia che precede le esibizioni con le consuete cartoline dai luoghi più belli del paese.

Opening act a tutta dance.

Primo intervento dei conduttori e inizio della gara. L’ordine di apparizione delle esibizioni è stato definito tempo fa ed è il seguente:

  1. Albania | Ronela Hajati – Sekret
  2. Lettonia | Citi Zēni – Eat Your Salad
  3. Lituania | Monika Liu – Sentimentai
  4. Svizzera | Marius Bear – Boys do Cry
  5. Slovenia | LPS (Last Pizza Slice) – Disko
  6. Ucraina | Kalush Orkestra – Stefania [segue break pubblicitario]
  7. Bulgaria | Intelligent Music Project – Intention
  8. Paesi Bassi | S10 – De Diepte
  9. Moldavia | Zdob şi Zdub & Fraţii Advahov – Trenuleţul 
  10. Portogallo | MARO – Saudade saudade
  11. Croazia | Mia Dimšić – Guilty Pleasure
  12. Danimarca | Reddi – The Show [segue break pubblicitario]
  13. Austria | LUM!X & Pia Maria – Halo
  14. Islanda | Systur (Sigga, Beta and Elín) – Með Hækkandi Sól
  15. Grecia | Amanda Georgiadi Tenfjord –Die Together
  16. Norvegia | Subwoolfer  – Give That Wolf a Banana
  17. Armenia | Rosa Linn – Snap

Previsti aluni momenti di interazione tra conduttori tra blocchi di esibizioni, alcuni  utili a segnare l’entrata e l’uscita dal nero pubblicitario, coperto in streaming da clip durante la gara (una su Torino e i numeri del PalaOlimpico per la Finale e uno su Turqoise Carpet, per esempio): si tratta di pause utili per trasmettere la pubblicità su Rai 1 e sulle reti che la prevedono. I break durante le esibizioni sono previsti dopo la sesta e dopo la 12esima canzone, ma la diretta streaming su YouTube non avrà interruzioni.

Alla tremendous delle 17 esibizioni si apre il televoto e si svolge l’Interval Act: si parte con lo spazio dance affidato a Dardust, al DJ Benny Benassi e Sophie and the giants con un medley di successi dance italiani firmati, tra gli altri, da Eiffel 65 e Gigi D’Agostino (e ha anche il sapore di un omaggio); e la mano di Laccio nella messa in scena si vede (cfr Pausini a Sanremo 2022). Più avanti tocca a Diodato che sale per la prima volta sul palco dell’ESC con la sua Fai rumore (messa in scena molto suggestiva).

Sul palco anche i rappresentanti delle 2 Big Five che votano questa sera, ovvero Italia con Mahmood e Blanco in gara con Brividi e Francia in gara con Alvan & Ahez che cantano, in bretone, Fulenn.

Chiuso il televoto, vi raccomandiamo di non perdervi il tanto celebrato omaggio a Raffaella Carrà: potrebbe sfuggirvi…

Si passa poi alle votazioni: al termine solo 10 dei 17 paesi che si sono esibiti passano alla Grand Final di sabato 14 maggio insieme alle Big Five.

Eurovision 2022, come si vota

Ricordiamo che NON SI PUO’ VOTARE PER IL PROPRIO PAESE. Il pubblico italiano può votare le esibizioni di questa prima serata e può farlo attraverso l’app ufficiale dell’Eurovision Song Contest.

 



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.