Business

Bitcoin, diverse donne sono state molestate alla conferenza di Miami


Nonostante abbia ottenuto maggiore legittimità, la conferenza Bitcoin è ancora caratterizzata da un’atmosfera di dissolutezza. I giornalisti che hanno partecipato a Bitcoin 2022 hanno descritto l’evento come un “baccanale” con “un atmosfera da addio al celibato“. Ai partecipanti viene ricordato, ripetutamente, che stanno per diventare tutti incredibilmente ricchi, cosa che – in un luogo dove non ci sono regole – li può far sentire in diritto di fare tutto ciò che vogliono.

È molto diversa da una conferenza di sviluppatori di Linux“, spiega Elias Moose, che gestisce una società di e-commerce basata sul Web3. Moose ha partecipato alla Bitcoin Week per la prima volta quest’anno e crede che l’atmosfera della conferenza possa favorire comportamenti inappropriati. Quando ti viene ripetuto di continuo che stai per diventare ricchissimo, racconta, “ti senti come un re. Sei in cima al mondo. Hai la sensazione di poter avere qualsiasi cosa“. Per alcune donne, questo atteggiamento ha superato il limite.

I gruppi per le donne nel settore

Lo squilibrio demografico all’interno della comunità vanifica gli sforzi di alcuni gruppi per il sostegno delle donne nel settore. Ladies in Bitcoin, un’organizzazione fondata all’inizio di quest’anno, offre eventi e workshop per formare le donne interessate ai bitcoin. Women in Blockchain e il Black Women Blockchain Council sono due gruppi dedicati alle donne che si occupano più in generale di criptovalute. All’inizio di quest’anno, le attrici Gwyneth Paltrow e Mila Kunis hanno ospitato un evento per il loro nuovo cryptoclub, chiamato Bff. “Abbiamo visto molti uomini fare gruppo e guadagnare un sacco di soldi –  ha detto Paltrow, secondo il Washington Post –. Ci meritiamo di fare parte di questo ambiente tanto quanto loro“.

Olayinka Odeniran, la fondatrice del Black Women Blockchain Council, ha creato il gruppo dopo aver partecipato a un evento bitcoin nel 2018. Su decine di interventi, all’evento period presente solo un’oratrice, e uno degli after-party ufficiali della conferenza è stato organizzato in uno strip membership. Odeniran e altre donne interessate ai bitcoin hanno quindi deciso di formare un gruppo su Telegram per sostenersi a vicenda.

Nonostante oggi esistano diversi spazi dedicati nel settore delle criptovalute, Odeniran spiega che le donne sono ancora sottorappresentate. “Sono stata in ambienti dove ero l’unica persona nera, o l’unica donna, o l’unica donna nera”, racconta. Secondo Odeniran le donne hanno bisogno di questi ambienti non solo per entrare nel settore, ma anche per ottenere solidarietà. Gli spazi dove le donne sono in minoranza possono trasmettere una sensazione di poca inclusione o, peggio ancora, insicurezza.

Ambiente tossico

Dopo aver scoperto che un organizzatore della conferenza aveva interagito con i tweet che l’avevano molestata, Siegel ha chiesto a un amico di sollevare nuovamente la questione con un conoscente che lavorava per la conferenza. Questa volta, ha ottenuto una risposta: “Mi dispiace che un episodio simile si sia verificato al nostro evento – ha scritto Justin Doochin, il responsabile degli eventi di Btc Inc, l’organizzazione che gestisce la conferenza Bitcoin –, ma senza il nome o l’email di questa persona, non abbiamo modo di identificarla e impedire che partecipi a eventi futuri“. Siegel ha scritto di nuovo per ribadire che durante l’evento @bitcoin_fuckboi aveva postato una serie di selfie sul proprio account, anche al fianco di personalità di spicco nel settore dei bitcoin, sottolineando che aveva anche usato il toro meccanico della conferenza, cosa che avrebbe dovuto restringere il campo a poche decine di persone.



Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close