Entertainment

chi è la modella con il nevo di ota

Nella puntata odierna di Oggi è un altro giorno, un’ospite che ha fatto della sua iniziale sofferenza un punto di forza anche per aiutare gli altri; la modella Carlotta Bertotti insieme alla presentatrice Serena Bortone ha ripercorso la sua vita con la iperpigmentazione cutanea che per anni è stata la sua più grande fonte di vergogna prima di riuscire a trasformarla in un modo per mandare un messaggio positivo.

Chi è Carlotta Bertotti, la modella della physique positivity

Serena Bortone, nell’ultima puntata di Oggi è un altro giorno andata in onda su Rai Uno il 20 maggio, ha ospitato in studio Carlotta Bertotti, una modella e influencer di 22 anni che, nonostante la sua giovane età, ha molto da raccontare sulla sua vita.

La Bertotti è nata con il nevo di ota, conosciuto anche come melanoma oculare congenito, sempre più visibile con il passare degli anni; un percorso di accettazione che non è stato immediato, ma che alla high-quality è arrivato rendendole la vita sicuramente più facile. “Quando sono nata, all’interno dell’occhio avevo una sorta di velo”, ha spiegato la modella che oggi posa per Vogue.

“Mano a mano, con l’adolescenza, si è diffuso, e la macchia ha raggiunto queste dimensioni verso i nove/dieci anni. Mi vedevo diversa rispetto agli altri, volevo essere come loro”, ha continuato, raccontando la vergogna dei primi anni e la soluzione (almeno apparente) trovata nel make up: “Ho trovato nel make up un mezzo essenziale per coprire la macchia e così ho iniziato a truccarmi. Nessuno si è mai permesso di dirmi nulla, era una mia insicurezza”. E ancora: “Avevo deciso di non stringere rapporti sociali perché era troppo difficile mostrarmi fragile agli occhi degli altri”.

Poi, però, è arrivato il momento in cui ha deciso che avrebbe potuto mostrarsi così com’period a tutti, e lo ha fatto un giorno in cui, tornata da scuola, ha notato allo specchio che il trucco portato sul volto fosse rovinato. “Indossare una maschera non mi rendeva più felice“, ha spiegato Carlotta Bertotti, raccontando anche del percorso di terapia che da quel momento in poi ha deciso di intraprendere, fino ad arrivare a mostrarsi a tutti i suoi compagni di scuola durante una gita scolastica, ottenendo una reazione da lei definita “umana” da parte di tutti.

Carlotta Bertotti, icona della physique positivity

Per quanto possa essere stato lungo e doloroso il percorso di accettazione per Carlotta Bertotti, advert oggi possiamo definirla una vera e propria icona della physique positivity. Dopo tanti lavori rifiutati proprio a causa dell’concept che lei stessa aveva di sé, ha deciso di affidarsi al fotografo Brock Elbank, le cui foto sono finite poi su Vogue.

Da quel momento, per l’influencer e modella Carlotta è iniziato un nuovo capitolo della sua vita, fatto di messaggi di positività anche e soprattutto per tutte quelle persone che, come lei, hanno affrontato o stanno affrontando dei periodi di non accettazione. “Il dolore non è mai inutile, serve ad affrontare le sfide della vita”, ha così aggiungo la Bertotti, dimostrando ancora una volta di essere un esempio.




Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.