News

Il bonus condizionatori 2022 è confermato: come si ottiene

Chi sceglie di dotarsi di un condizionatore per combattere il caldo, anche quest’anno può godere dell’apposito bonus confermato dal governo nell’ultima legge di Bilancio. Il bonus condizionatori 2022 prevede una futura detrazione dal 50 al 65% per l’acquisto di un condizionatore, riconosciuta a coloro che vogliono acquistare un nuovo condizionatore o sostituire il vecchio impianto con uno a pompa di calore o a risparmio energetico. L’acquisto del condizionatore per godere della detrazione può essere accompagnato a various agevolazioni: bonus ristrutturazione e bonus mobili (al 50%), ecobonus (al 65%). Il bonus ristrutturazione permette una detrazione del 50%: effettuando un intervento di recupero del patrimonio edilizio, consente di predisporre e installare condizionatori anche dove non ce ne sono di vecchi da sostituire.

Come si ottiene il bonus condizionatori 2022

Se invece si effettuano interventi di manutenzione straordinaria, tra cui proprio l’installazione dei condizionatori nuovi a pompa di calore, si può bloccare la detrazione al 50% con il bonus mobili ed elettrodomestici. Nel caso in cui la sostituzione dei condizionatori non rientri nei lavori di ristrutturazione generali, a essi potrà applicarsi l’ecobonus 65%, con il quale si potrà ottenere uno sconto maggiore, sempre però nel rispetto delle condizioni del superamento minimo di due classi energetiche. La detrazione fiscale viene garantita solo se si provvede advert acquistare un climatizzatore con pompa di calore utilizzabile sia per la climatizzazione estiva che invernale, advert alta efficienza energetica, sostituendo il vecchio impianto di riscaldamento.

Per beneficiare di questa agevolazione, è necessario indicare l’operazione nella dichiarazione dei redditi con il modello unico del 730. È anche possibile ottenere uno sconto immediato, purché l’acquisto e l’installazione del condizionatore in questione siano fatti con pagamento a price tramite finanziamento, con bonifico bancario ordinario o postale o con bonifico parlante. Per poter usufruire della detrazione fiscale non è necessario avere un’esenzione Isee: è valida per persone fisiche, partite Iva, condomini, ma anche istituti autonomi per le case popolari, cooperative di abitazione a proprietà indivisa. Posso richiedere la detrazione anche i proprietari dell’motionless, locatori con regolare contratto di affitto, soggetti che hanno l’usufrutto o il comodato d’uso dell’motionless e sul quale sostengono le spese, ma anche un familiare convivente del proprietario dell’motionless.

Il bonus 200 euro non è per tutti

 

Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.