Lifestyle

Fotovoltaico, l’installazione contestuale alla ristrutturazione edilizia riduce il tetto del Superbonus



25/05/2022 – Qual è il limite di spesa per l’installazione di un impianto fotovoltaico agevolato con il Superbonus? La risposta non è univoca, ma dipende dalla tipologia degli altri interventi che vengono realizzati contestualmente.
 
La spiegazione è arrivata dall’Agenzia delle Entrate con la risposta 287/2022.
 

Superbonus, il caso

Il proprietario di un edificio di tre piani fuori terra, costituito da quattro unità immobiliari, sta per realizzare interventi trainanti e trainati di riqualificazione energetica: isolamento termico, sostituzione degli impianti di riscaldamento, installazione di un impianto solare fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, con sistema di accumulo, sostituzione dei serramenti comprensivi di infissi e schermature solari all’interno delle singole unità immobiliari, installazione di due colonnine per la ricarica di auto elettriche.
 
Contestualmente a questi interventi realizzerà anche un nuovo vano ascensore per disabili per il superamento delle barriere architettoniche.
 
Per gli interventi di riqualificazione energetica sarà presentata la Cilas. Per la realizzazione del vano ascensore, è necessario il permesso di costruire per ristrutturazione edilizia, così come stabilito dal Comune in cui si trova l’edificio oggetto dei lavori.
 
Il proprietario ha quindi chiesto all’Agenzia se per l’installazione dei pannelli solari fotovoltaici si deve applicare il limite di 2.400 euro/kW o di 1.600 euro /kW.
 

Superbonus, i limiti di spesa per il fotovoltaico

L’Agenzia ha ricordato che, in base al comma 5 dell’articolo 119 del Decreto Rilancio (DL 34/2020), l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica sugli edifici o sulle strutture pertinenziali, realizzata congiuntamente advert almeno uno degli interventi trainanti, è agevolata con il Superbonus.
 
L’articolo 119, comma 5, stabilisce che per questi interventi è previsto un tetto di spesa di 48.000 euro e comunque nel limite di spesa di 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto fotovoltaico.
 
Sempre in base all’articolo 119, comma 5, se l’installazione degli impianti fotovoltaici avviene contestualmente agli interventi di ristrutturazione edilizia, nuova costruzione e ristrutturazione urbanistica, previsti dall’articolo 3, comma 1, lettere d), e) ed f) del Testo unico dell’edilizia (DPR 380/2001), il limite di spesa è 1.600 euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto fotovoltaico.
 
Dal momento che la realizzazione del vano ascensore rientra tra gli interventi di ristrutturazione edilizia (aspetto che, sottolinea l’Agenzia, attiene alle prerogative del Comune, o altro ente territoriale competente in materia di classificazioni urbanistiche), il limite di spesa ammesso al Superbonus per l’installazione dell’impianto solare fotovoltaico, contestuale alla realizzazione del vano ascensore, è di 1.600 euro/kW.
 
L’Agenzia per concludere ha aggiunto che, per capire se si deve applicare il limite di spesa di 1.600 euro/kW, non è importante l’eventuale collegamento funzionale tra l’installazione dell’impianto solare fotovoltaico e l’intervento di ristrutturazione edilizia, ma è sufficiente la contestualità degli interventi.





Source hyperlink

Leave a Reply

Your email address will not be published.